La ragazza di Oslo: un co-produzione Norvegia/Israele avvincente e ben confezionata

Spettacolo

di Marina Gersony
Come recensire una nuova serie senza spoilerare? Premettiamo che la serie Netflix  norvegese-israeliana di cui stiamo per parlarvi, La ragazza di Oslo, è avvincente e ben confezionata nonostante una certa critica l’abbia  più o meno stroncata con motivazioni riduttive e superficiali: una serie che a nostro parere si è invece rilevata ricca di suspense e godibilissima.

Lansky, la storia del criminale ebreo bielorusso diventa un film con Harvey Keitel 

Spettacolo

di Roberto Zadik
È sempre assai difficile sapere chi si nasconda dietro il crimine. Quale possa essere la personalità di un personaggio così spietato come il mafioso Meyer Suchowlanski che, noto internazionalmente come Meir Lansky, passò alla storia per la fredda brutalità dei suoi crimini assieme ad altri delinquenti come Lucky Luciano e Vito Genovese nell’America violenta anni ’30.

Menu