I resti della sinagoga trovati a Matera

Trovati a Matera i resti di una sinagoga, forse la più antica d’Europa

Arte

di Ilaria Ester Ramazzotti
La vicenda ha inizio dieci anni fa, quando l’artista Donato Rizzi ha scoperto nel Rione Conche, nel Sasso Caveoso di Matera, una grotta convincendosi che quello spazio rupestre sia in realtà un’antichissima sinagoga. Secondo alcuni studi, fino al XVI secolo sorgeva nella zona un quartiere ebraico.

Rotoli del Mar Morto

Rotoli del Mar Morto, il segreto della conservazione è in un tris di elementi

Arte

di Ilaria Ester Ramazzotti
Che cosa ha permesso ai Rotoli del Mar Morto di giungere a noi in buone condizioni di conservazione? Il ‘segreto’ è stato scoperto da un team di ricercatori del Massachussets Institute of Technology di Boston, guidato da Admir Masic. Un mix di zolfo, sali e calcio ritrovato sul Rotolo del Tempio, uno dei novecento manoscritti rinvenuti a Qumran, viene ritenuto il fattore decisivo.

“Che cos’è l’amicizia? È come un albero…”

Arte

di Nicole Karmeli
Come i rami di un albero, le amicizie possono essere sottili e fragili o forti e indistruttibili; o addirittura possono essere eterne, come le radici più profonde. Una graphic novel firmata da una studentessa della nostra Scuola.

sinagoga

Neve in primavera: l’incredibile storia della sinagoga di Bar Am

Arte

di Luciano Assin
Archeologia, storia e anche sedute spiritiche: l’intrigante storia della sinagoga di Bar Am è legata a questi aspetti. Risalente in base allo stile architettonico al I-II secolo D.C., rivelò sotto il pavimento originario delle monete di epoca bizantina.

La sedia Vela di Magis fatta di magnesio

Vela: la leggerissima sedia in magnesio prodotta con tecnologia israeliana  

Arte

di Sabrina Sciama
Magis, uno dei marchi simbolo dell’eccellenza del Made in Italy nel settore dell’arredo, ha deciso di utilizzare il magnesio per produrre una nuova sedia e solo in Israele ha trovato know how e tecnologie produttive in grado di dare forma alla sua intuizione. Il risultato è Vela, la sedia compatta e leggera – pesa solo 2,5 chili –, è potenzialmente impilabile all’infinito.

Primo Levi secondo l’artista Georges de Canino

Arte

di Eirene Campagna
L’artista italo-francese Georges de Canino ha sintetizzato in poche immagini l’intera testimonianza del lager fornita da Primo Levi. Sette tele – realizzate con la tecnica del collage, dedicate alla prima edizione persa, scomparsa, dimenticata di Se questo è un uomo del 1947, e donate al Centro Internazionale Primo Levi di Torino.

I curatori della mostra sull'arte trafugata dai nazisti

Da settembre in mostra all’Israel Museum di Gerusalemme le opere d’arte trafugate dai nazisti della collezione Gurlitt

Arte

di Michael Soncin
Aprirà a settembre all’Israele Museum di Gerusalemme una mostra di opere trafugate dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, molte delle quali appartenenti a ebrei, provenienti dalla collezione di Cornelius Gurlitt, rinvenuta nel 2012 dalla polizia tedesca. L’obiettivo è che queste opere possano essere riconosciute dagli eredi ed essere così restituite.

Arte libera o “degenerata”? Sulle tracce dell’odio nazista

Arte

di Marina Valensise
Si riaccendono i riflettori su un capitolo nero della storia artistica d’Europa. Una mostra allestita a Londra 80 anni fa, per contrastare quella di Monaco sulla Entartete Kunst è stata “rivisitata” da una esposizione della Wiener Library.

Un disegno della mostra Jewish Manga

“Jewish Manga Art”, una mostra nel Ghetto di Venezia

Arte

di Nathan Greppi
Negli ultimi decenni i manga e gli anime si sono ritagliati uno spazio importante nell’immaginario popolare, crescendo intere generazioni. Il successo che riscontrano tutt’oggi nel nostro paese è tale da aver ispirato la mostra Jewish Manga Art, inaugurata a marzo nel Museo Ebraico di Venezia fino al 28 aprile 2019. Qui l’intervista all’autore.

Menu