Dalla Lituania al Negev: quando il destino dell’esilio diventa vibrante poesia

Libri

di Fiona Diwan
Il suo volto campeggia sulle nuove banconote da 100 shekel. È stata una delle grandi madri della letteratura israeliana, una delle figure più interessanti e complesse dell’Yishuv. In questa raccolta scritta tra il 1948 e il 1955 si dispiega il dolore dell’esule misto a un amore profondo per la nuova patria

Marco Cavallarin, Davide Romano, Delilah Guttman e Andrea Bienati

Al Beth Shlomo un dialogo con Delilah Gutman fra memoria, storia e poesia

Eventi

di Ilaria Ester Ramazzotti
L’artista lo scorso 14 ottobre 2021, in occasione dell’evento ‘Alfabeto della memoria/E se il treno di Terezin non fosse mai giunto ad Auschwitz il 17 ottobre 1944?’, svoltosi al Centro Culturale Beth Shlomo di Milano, ha presentato il suo libro di poesie ‘Alfabeto degli opposti’.

Il poeta Ronny Someck al carcere di San Vittore

Eventi

di Roberto Mahlab
Il 16 maggio il poeta israeliano Ronny Someck ha incantato alcuni ragazzi del Carcere di San Vittore con le sue poesie, un inno alla vita, coinvolgendo ed emozionando il suo pubblico.

Kaddish in versi e perfetti miracoli

Libri

di Fiona Diwan
Poesia: Miro Silvera. La perfezione del Creato. Il mistero che avvolge il nostro respiro. Il timore e tremore della morte che si trasforma in un abbraccio cosmico

heinrich Heine, di cui esce ora per Giuntina 'Melodie ebraiche'

Esce per Giuntina “Melodie ebraiche”, l’omaggio di Heinrich Heine a una tradizione ebraica millenaria

Libri

di Marina Gersony
Le Melodie ebraiche, scritte da Heinrich Heine ormai prostrato da una paralisi progressiva che lo aveva tenuto per anni inchiodato a letto («un sepolcro di materassi»), è il piccolo gioiello pubblicato da Giuntina a cura di Liliana Giacoponi con la prefazione di Vivetta Vivarelli (Per la traduzione delle Melodie ebraiche è stata usata la traduzione di Giorgio Calabresi, in H. Heine, Romanzero, Laterza, 1953).

In versi, la mia lotta con l’angelo

Libri

di Fiona Diwan
Il legame genitori-figli, la ferita esistenziale, il tema del deserto, del vuoto e dell’assenza. Il terzo libro di poesie di Giovanna Rosadini Salom è liberamente ispirato al ritmo delle Parashot

Uri Orlev, la poesia dell’infanzia rubata

Libri

di Giovanna Rosadini Salom
Il ghetto di Varsavia, il lager di Bergen Belsen, l’aliyà. Le poesie di un bambino-adulto tra il polacco e l’ebraico. A 82 anni, parla una delle voci poetiche più intense di Israele