Covid-19

Tamponi consegnati alle Filippine da israele

Israele dona 16000 tamponi rapidi alle Filippine

Israele

di David Fiorentini
Israele ha donato 16.000 tamponi rapidi alle Filippine, ha annunciato l’ambasciata israeliana a Manila in un post su Facebook. I kit diagnostici sono stati donati dal Ministero della Difesa israeliani attraverso l’ambasciata locale al Dipartimento della Difesa Nazionale (DND) delle Filippine per aiutare il Paese nella lotta alla pandemia.

Gruppo di medici israeliani in Romania per emergenza Covid (fonte: Israel21c)

Israele invia una delegazione di medici in Romania per aiutare i reparti COVID-19

Israele

di David Fiorentini
Al momento, la Romania è all’apice della quarta ondata, conta più di 5.000 nuovi casi e 500 decessi al giorno. Nella sua visita, infatti, il team israeliano ha appreso che, oltre alla penuria di ventilatori, mancano le preziose bombole di ossigeno che permetterebbero ai pazienti meno critici di curarsi a casa.

Aeroporto di Ben Gurion : la riapertura ai turisti è stata rimandata al 1 agosto

Variante Omicron, Israele chiude le frontiere per due settimane 

Israele

di Ilaria Ester Ramazzotti
Il governo israeliano, a causa del diffondersi della variante Omicron, nell’ambito delle misure intraprese nella lotta al Covid 19, ha chiuso le frontiere del Paese per 14 giorni a partire dal 29 novembre. Qui quanto riportato dalla Farnesina.

Manifestazioni contro il green pass

Green pass come stella gialla: un paragone assurdo e inaccettabile

Italia

di Marina Gersony
Per l’ennesima volta in questi giorni campi di concentramento, deportazioni e simboli come il Maghen David sono stati tirati in ballo per cause che non hanno nulla a vedere con quello che sono o rappresentano, come nelle inaccettabili le manifestazioni di domenica 25 luglio in tutte le città d’Italia.

Iniezione di un vaccino

L’immunità del vaccino Pfizer diminuisce dopo 6 mesi: lo dice una ricerca israeliana

Salute

di Nathan Greppi
I dati raccolti in Israele, stando a una ricerca resa pubblica domenica 11 luglio, sembrano indicare che gli israeliani maggiormente colpiti dalla variante Delta del Coronavirus siano stati in molti casi anche tra i primi vaccinati nel paese. Un segno, a detta di alcuni, che dopo qualche mese le difese immunitarie offerte dal vaccino Pfizer sembrerebbero perdere efficacia.

Menu