Tamponi consegnati alle Filippine da israele

Israele dona 16000 tamponi rapidi alle Filippine

di David Fiorentini
Israele ha donato 16.000 tamponi rapidi alle Filippine, ha annunciato l’ambasciata israeliana a Manila in un post su Facebook. 

I kit diagnostici sono stati donati dal Ministero della Difesa israeliani attraverso l’ambasciata locale al Dipartimento della Difesa Nazionale (DND) delle Filippine per aiutare il Paese nella lotta alla pandemia.

“Gli amici si sostengono a vicenda nei momenti di bisogno. Israele è un amico delle Filippine, e continuerà ad assistere e a condividere la sua esperienza in vari campi – ha annunciato l’ambasciatore israeliano Ilan Fluss in una cerimonia di consegna presso la sede del DND a Quezon City – Sono orgoglioso di consegnare oggi questo supporto israeliano per sostenere il Dipartimento della Difesa Nazionale delle Filippine nel mantenere questo Paese sicuro e protetto”.

L’addetto alla difesa Raz Shabtay, anch’egli presente alla cerimonia, ha sottolineato che “il rapporto tra i due ministeri della difesa non è mai stato così forte”.

“Israele continua ad assistere le Filippine nella lotta contro il COVID-19 – scrive il profilo social dell’Ambasciata a Manila -. Nel 2021, il governo israeliano ha consegnato attrezzature di protezione personale al Dipartimento della Difesa Nazionale e alla polizia nazionale filippina, due delegazioni israeliane di esperti medici hanno assistito la campagna nazionale di vaccinazione del Paese e hanno condiviso le linee guida cliniche locali di Israele per i protocolli di controllo delle infezioni da COVID-19 e la gestione degli ospedali. Israele continua anche a condividere con le Filippine la sua esperienza e conoscenza nella risposta alle emergenze e alle pandemie attraverso webinar, corsi e riunioni congiunte.”

Durante il corso della pandemia, ispirato dai principi morali ebraici, lo Stato d’Israele ha assistito numerose nazioni piegate dai contagi. Proprio lo scorso dicembre, ha inviato una folta delegazione di medici in Romania per elaborare strategie di gestione dei reparti Covid nei sovraffollati ospedali locali.