gru sul lago di Hula (Pixabay)

Israele: epidemia di aviaria fa strage di uccelli

Israele

di Nathan Greppi
Domenica 26 dicembre, un comunicato dell’ente israeliano per i parchi naturali ha dato notizia che un’epidemia di influenza aviaria ha ucciso oltre 5.000 gru selvatiche in una riserva nel nord del paese. In aggiunta, si stima che altri 10.000 esemplari risultassero infetti.

Secondo Ynetnews, questo tipo di influenza colpisce gli uccelli della fauna locale tutti gli anni, ma stavolta l’impatto è stato molto più pesante del solito. Il problema è talmente sentito che, sempre domenica, il Ministro dell’Ambiente israeliano Tamar Zandberg ha tenuto una riunione con le massime autorità del paese per le riserve naturali, al fine di capire meglio come affrontare il problema, monitorando la situazione sul posto tramite l’utilizzo di droni.

Stando ad Uri Naveh, uno scienziato che lavora per l’ente dei parchi naturali, ogni anno circa 100.000 gru raggiungono Israele a partire dal mese di ottobre; per un certo periodo si stabiliscono in particolare nella Valle di Hula, nella zona della Galilea, per poi migrare verso l’Africa. Ad oggi, nella valle sono rimasti circa 40.000 esemplari.

Una delle maggiori preoccupazioni riguarda il fatto che questo tipo di influenza, noto come H5N1, è trasmissibile anche ad altre specie di uccelli e, più raramente, agli esseri umani. Il Ministero dell’Agricoltura ha reso noto che il virus è stato riscontrato in decine di migliaia di galline, sempre nel nord d’Israele, e pertanto la vendita di uova dalle fattorie dove si sono riscontrati casi positivi è stata sospesa.

Sebbene in passato il numero di vittime umane del virus H5N1 sia stato molto limitato (stando all’OMS, dal 2003 ad oggi in tutto il mondo ha ucciso oltre 450 persone su un totale di 853 casi appurati, principalmente in Egitto, Indonesia e Vietnam), c’è chi teme che possa evolversi e diventare ancora più contagioso anche per l’uomo. Yossi Leshem, zoologo dell’Università di Tel Aviv, ha dichiarato al Daily Beast che questa influenza potrebbe “portare ad un disastro su larga scala.” Mentre Yotam Bashan, dell’Osservatorio Uccelli di Gerusalemme, ha detto alla stessa testata: “Non c’è modo di sapere cosa accadrà. Quando individui l’influenza aviaria in un pollaio, uccidi tutte le galline per poi fare la disinfestazione. Nella natura selvaggia, con questi tassi d’infezione, non so a cosa porterà.”

Menu