Israele, Facebook lancia una nuova funzionalità insieme al Magen David Adom per donare il sangue

di Paolo Castellano

Il 14 giugno, Giornata mondiale dei donatori di sangue, è stata lanciata in Israele una nuova funzione Facebook per aiutare gli utenti a donare il proprio sangue anche presso le sedi e i centri di prelievo del Magen David Adom (MDA). Attraverso il social network americano sarà possibile ricevere avvisi in tempo reale dai centri di prelievo e impostare un promemoria per donare il sangue.

Per inaugurare la nuova funzione, il 14 giugno il CEO di Facebook Israele Adi Soffer-Teeni ha visitato la sede centrale del MDA a Kiryat Ono. Durante la sua visita, ha infatti presentato le novità per coloro che hanno a cuore la donazione di sangue. Oltre alle funzionalità di prenotazione, promemoria e geolocalizzazone dei centri di prelievo israeliani, gli utenti potranno invitare familiari e amici a donare il sangue.

Come riporta il Jerusalem Post, in base ai dati dell’MDA, più di 100 milioni di persone in tutto il mondo ricevono avvisi e aggiornamenti sulla donazione del sangue riguardo ai loro centri locali. In più, queste persone si recano regolarmente nei punti di prelievo.

Come ha sottolineato il MDA, le donazioni di sangue sono molto importanti per il Sistema sanitario israeliano perché consentono di curare coloro che hanno bisogno delle trasfusioni per guarire o contrastare malattie o ferite. Per salvare vite servono almeno mille dosi di sangue ogni giorno.

L’amministratore delegato di Facebook Israel Adi Soffer-Teen ha poi sottolineato che la necessità di donare il sangue sia stata dimostrata “durante i recenti fatti accaduti in Israele al Monte Meron”. Dopo il disastro in cui sono state schiacciate 45 persone durante il pellegrinaggio dello scorso aprile, migliaia di israeliani si sono fatti avanti per donare il sangue.

Eli Bin, direttore generale del MDA, ha accolto con entusiasmo l’iniziativa del social network: «La nuova funzionalità sarà in grado di raggiungere un pubblico più ampio e di aumentare significativamente il numero di donatori volontari di sangue in Israele».

Menu