Bob Dylan

AMPI: una serata musicale con Roberto Zadik

di Redazione

“Diaspore musicali.  Dai leggendari cantautori d’oltreoceano Lou Reed, Bob Dylan e Leonard Cohen alla scena musicale di oggi”. Organizzata da AMPI, Associazione Milanese Pro Israele si terrà il 23 maggio dalle 18.00 alla Libreria Popolare di via Tadino 18. Conduce Roberto Zadik.

L’evento sarà un confronto inedito fra leggende americane come Lou Reed,  Bob Dylan e Leonard Cohen e tre grandi del pop israeliano come Shalom Hanoch, Arik Einstein e Meir Ariel.

Cantautori e identità, confronto Diaspora-Israele in una coinvolgente serata su Lou Reed, Bob Dylan e Leonard Cohen e le star israeliane. Chi sono i cantautori e quale il loro ruolo di specchio dei Paesi d’origine e delle identità? Quale il legame,  le analogie e le differenze fra tre leggende ebraiche della musica pop rock internazionale con giganti della canzone israeliana? Le identità ebraiche e artistiche di questi carismatici personaggi e il confronto fra musica pop rock angloamericana e la scena musicale israeliana  saranno al centro della serata Diaspore musicali, dai leggendari cantautori d’oltreoceano Lou Reed, Bob Dylan e Leonard Cohen ai talenti della scena israeliana di oggi.

L’incontro, organizzato dall’Associazione Milanese Pro Israele (AMPI) si terrà il 23 maggio dalle 18 presso la Libreria Popolare di via Tadino 18  e verrà condotto dal giornalista e ricercatore musicale Roberto Zadik. Canzoni, emozioni, aneddoti e riflessioni partendo da un personaggio eccessivo ed estremamente profondo come Lou Reed, con cui Zadik, a un anno dall’uscita del suo Isratour, la prima guida al meglio del pop israeliano e in occasione dell’80esimo anniversario dalla sua nascita, inizierà questo viaggio musicale e culturale.

Riguardo a questo importante cantautore, trasgressivo e profondo, il giornalista ne analizzerà alcuni classici come Sweet Jane e Perfect Day, per poi avventurarsi nelle personalità e nel repertorio di Bob Dylan, con classici come Blowin in the wind, e di Leonard Cohen con canzoni struggenti come Suzanne, rifatta dal grande Fabrizio De André. Ad ogni artista d’oltreoceano, verrà affiancato un collega israeliano (Lou Reed e Shalom Hanoch, Dylan e Meir Ariel, Leonard Cohen e Arik Einstein) in una riflessione che si allargherà con riferimenti a cantautori italiani, da De André a Bennato, e del Mediterraneo.

L’evento si terrà sia in presenza sia su Zoom, con registrazione sul sito di Radio Radicale.

Menu