Netanyahu

Netanyahu stringe la mano al neoeletto Bennett

Israele, termina l’era Netanyahu e nasce il governo Bennett-Lapid

Israele

di Paolo Castellano
È ufficiale. Il 13 giugno è nato un nuovo governo in Israele, il 36esimo dalla fondazione. La Knesset ha dato fiducia – con 60 sì su 120 votanti – al progetto politico di Naftali Bennett e Yair Lapid, che si alterneranno nella guida dello Stato ebraico nei prossimi anni del mandato quadriennale.

Israele: le elezioni si avvicinano e la sinistra è alla deriva

Israele

di Avi Shalom
Migliaia di persone sono scese in piazza negli ultimi mesi per manifestare contro il Governo e contro Netanyahu accusato di corruzione e frode. Ma al momento di compattarsi per presentare liste e programmi per le elezione del 23 marzo, le forze di sinistra si sono dimostrate litigiose e inconcludenti. Il risultato? I “padri fondatori” dello Stato non hanno eredi

beniamin Netanyahu e Joe Biden nel marzo 2016, durante una visita del vicepresidente Usa in Israele

Netanyahu rivendica: Joe Biden? Un grande amico…

Mondo

di Aldo Baquis, da Tel Aviv
Cambia l’inquilino della Casa Bianca ma Israele vuole confermare il legame inscindibile con gli Stati Uniti. Se molti israeliani avrebbero preferito la rielezione di Trump,  grati per l’Ambasciata a Gerusalemme e per gli Accordi di Abramo, gli ebrei americani hanno confermato il sostegno ai democratici.

Ayelet, l’amazzone tutta high tech e moschetto

Israele

di Aldo Baquis
Figlia della Tel Aviv laica e tecnologica, nata in una famiglia di pionieri animati da fervida fede sionista, oggi Ayelet Shaqed È il neo ministro della giustizia del governo Netanyahu. Un dicastero strategico. Alter ego di Naftali Bennet, a soli 39 anni, è il nuovo volto laico dei coloni e della destra israeliana

Menu