Scuola ebraica: nuovi progetti nel segno dell’eccellenza

Scuola

di Redazione
Il 2021 sarà ricordato come un anno particolarmente complicato nelle scuole di tutta Italia, che possono ora finalmente cominciare a pensare a un domani più sereno.  Lo stesso vale per la Scuola ebraica di Milano, che ora guarda al proprio futuro con nuovi progetti e iniziative.
La prima è la ricerca di un nuovo dirigente scolastico, per la quale è stato pubblicato un bando il 27 maggio 2021.
“In molti si sono chiesti il perché di questa improvvisa uscita del bando – spiega a Mosaico l’Assessore alla Scuola Timna Colombo -. In realtà non è stata una decisione presa dall’oggi al domani, ma un’idea maturata nel tempo. Il bando era già pronto più di un anno fa e avrebbe dovuto essere pubblicato già a febbraio dell’anno scorso, ma poi per la pandemia si è deciso, in modo responsabile, di rimandarlo, fino alla recente approvazione da parte del Consiglio. L’obiettivo di questa ricerca è portare avanti un progetto a media-lunga scadenza sul futuro della nostra scuola. Il nostro preside Agostino Miele sta facendo un ottimo lavoro, ma l’obiettivo è trovare il preside del futuro, che prenda le redini della scuola e che possa rilanciarla sia dal punto di vista identitario, grazie a una buona conoscenza della cultura ebraica, sia dal punto di vista della progettualità, che deve sempre più puntare all’eccellenza che ha sempre contraddistinto la nostra scuola. L’obiettivo è far sì che la nostra scuola, grazie anche alla rivitalizzazione delle sue radici, torni ad essere la scuola scelta da tutti gli iscritti alla nostra Comunità all’interno della quale tutte le anime dell’ebraismo possano ritrovarsi e arricchirsi vicendevolmente. È anche importante lavorare in vista di un’internazionalizzazione della scuola dal momento che molti dei nostri iscritti vanno poi all’estero per l’Università”.
La figura ricercata è una persona di alto profilo, che abbia già un’ottima esperienza lavorativa, nel mondo scolastico. Per sceglierla è stata creata una commissione che sta valutando le candidature che via via stanno arrivando e che a breve inizierà a fare i colloqui alle persone che verranno ritenute idonee. Come spiegato nel bando, le candidature devono essere inviate entro e non oltre il 9 luglio 2021 all’indirizzo mail miriam.levi@com-ebraicamilano.it.

In parallelo, in vista del naturale turnover di insegnanti, la scuola continua a selezionare nuovi docenti per garantire l’eccellenza e la continuità didattica. Costante è il dialogo con le famiglie per comprendere quali sono le aree di potenziale miglioramento: esempi in tal senso sono l’istituzione della commissione mensa e i questionari somministrati a studenti e genitori delle terze medie elaborati all’interno della Commissione scuola, team di lavoro istituito due anni fa dall’Assessorato scuola.

(Per quanto riguarda le materie ebraiche, su cui anche è stato fatto molto durante quest’anno e per le quali sono previste nuove iniziative, rimandiamo a un articolo dedicato.)

La scuola non si è mai fermata

Come si diceva questo è stato un anno non facile, ma la scuola non si è mai fermata. “È stata istituita una nuova sala medica, con la collaborazione del presidente dell’Ame Milano Prof. Maurizio Turiel e il sostegno della Fondazione Scuola – continua Colombo -. Inoltre abbiamo continuato, durante l’anno, a fare tamponi rapidi per studenti e docenti e abbiamo partecipato, con i licei, al progetto dell’Università degli Studi di Milano dei tamponi salivari molecolari recentemente approvati dal Ministero della salute.  Mentre per quanto riguarda i docenti, nell’ottica di fornire loro un supporto nell’eccellente lavoro svolto anche durante la pandemia,  hanno partecipato a corsi di alta formazione sulla didattica online e sulla valutazione a distanza”.

Inoltre quest’anno è stato anche lanciato un progetto di psicologia scolastica, a supporto di ragazzi, genitori e docenti, ed è stato avviato un progetto per tutti gli ordini di studio di educazione alluso consapevole della rete e sul cyberbullismo.

Inoltre, nell’ottica di fornire agli studenti tutti gli strumenti per interfacciarsi con il mondo esterno in modo consapevole, è stato di recente organizzato per le terze medie e i licei un seminario online su come gestire l’antisemitismo sui social e sulla discriminazione e il boicottaggio dello stato di Israele. Il seminario è stato condotto da Stefano Gatti dell’Osservatorio Antisemitismo del Cdec e grazie a Roberta Vital è stato donato a tutti gli studenti un libro di Giovanni Quer sul Bds.

Molta attenzione viene poi data anche agli spazi scolastici. “Quest’anno è stata inaugurata un’aula per una didattica inclusiva con arredamenti modulari all’avanguardia. Finalmente, poi, possiamo goderci il bellissimo giardino, che è stato ristrutturato durante la pandemia, dove festeggiare degnamente i nostri maturandi che stanno per finire e che si meritano un saluto caloroso per gli ultimi due anni di liceo che hanno passato”.
Nell’ottica di promuovere l’eccellenza della scuola alcune classi del liceo hanno partecipato ad attività organizzate dall’Università Bocconi. Le terze hanno partecipato la scorsa settimana al Job Lab Bocconi-Accenture un corso organizzato dalla Bocconi durato 5 giorni, nel quale si sensibilizzavano i ragazzi alle tematiche relative all’ambiente e l’inquinamento dei mari. Dei gruppi vincitori del primo e secondo premio facevano parte anche alcuni ragazzi della nostra scuola. Inoltre, 16 ragazzi di quarta liceo hanno partecipato alla Knowledge Week della Bocconi di orientamento universitario

Infine, da sottolineare che quest’anno la scuola è riuscita a organizzare i Day Camp estivi in presenza  per i ragazzi della scuola Primaria e Secondaria di primo grado fino alla classe seconda, nel rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie dovute alla pandemia.

Guardando al domani

Molte le novità dell’anno che verrà:  l’introduzione dei corsi per le certificazioni Cambridge di lingua inglese A2, B1 e B2, un progetto di ri-arredo dell’aula delle morot della primaria e la ristrutturazione nei licei di un’area dedicata a un laboratorio di arte e tecnologia all’avanguardia, dotata di moderne attrezzature e arredi, adatti per lo svolgimento di attività artistiche, manuali e artigianali.

Menu