Liceo scientifico Jarach vince il concorso “Ri-abitiamo Milano”. Studenti premiati alla Triennale di Milano

Scuola

di Paolo Castellano

Ripensare la città di Milano per un futuro più sostenibile, questo è il focus del concorso organizzato dagli Amici della Triennale intitolato “Ri-abitiamo Milano”. Il contest ha coinvolto i liceali del capoluogo lombardo, compresi i nostri studenti del liceo scientifico Federico Jarach che sono stati premiati per il loro progetto sulla valorizzazione del quartiere ebraico.

Alessia Nassimiha, Yael Recanati, Gabriel Loloey, Jonathan Vona, Giulia Hallac e Dan Hasbani sono stati premiati con un buono cultura dal valore di mille euro. La vittoria è stata ufficializzata durante la cerimonia di premiazione che si è svolta il 21 settembre alla Triennale di Milano. Purtroppo gli studenti del liceo Jarach non hanno potuto partecipare all’evento finale per la festività di Sukkot, ma sono stati rappresentati dalla loro coordinatrice referente del progetto la Prof.ssa Maria Luigia Vitelli.

«L’attuale Quarta scientifico è arrivata tra i primi tre posti e ha vinto il contest “Ri-abitiamo Milano” promosso dagli Amici della Triennale. I ragazzi hanno fatto un progetto, un video, in cui hanno riprogettato il loro quartiere ebraico. Lo hanno fatto dal punto di vista della sostenibilità e di ciò di cui hanno bisogno, compresi gli spazi aperti e le problematiche dei parcheggi. Qualcosa di molto complesso e altamente interessante che consiste in un’analisi urbanistica progettuale del quartiere ebraico».

“Siamo molto orgogliosi dei nostri studenti e dei nostri insegnanti che sono sempre pronti a mettersi in gioco portando all’esterno il buon nome della nostra scuola che da sempre interagisce in modo virtuoso con il territorio Milanese, con le sue istituzioni e il suo mondo culturale. Complimenti vivissimi!”, dichiara l’assessore alla scuola Timna Colombo.

Come ha sottolineato la prof.ssa Vitelli, la Quarta scientifico aveva proposto un ulteriore progetto per rendere ecosostenibile la zona dell’Ippodromo di San Siro. Tuttavia, la giuria del contest ha maggiormente apprezzato quello dedicato al quartiere ebraico. «Questa è la loro zona, il loro mondo, ed effettivamente il loro occhio è più attento a come migliorarlo e riqualificarlo», ha aggiunto la coordinatrice.

I progetti del liceo scientifico Jarach sono stati realizzati grazie al contributo della prof.ssa di Storia dell’Arte Paola Sabbatucci che nei mesi scorsi ha curato il lavoro dei suoi studenti.

Oltre ai nostri ragazzi, gli alunni del liceo artistico Caravaggio e del liceo classico Tito Livio hanno vinto a pari merito il concorso “Ri-abitiamo Milano”: Davide Fatini e Dylan Amoruso per il progetto di riqualificazione dell’area industriale ex Innocenti; Carolina Bagnasacco, Arianna Fantoni e Lavinia Taverni per il progetto Permacultura per adeguare il verde pubblico a misura di Milano.

L’iniziativa degli Amici della Triennale è partita dalle idee del movimento Fridays for Future e dagli obiettivi dello sviluppo sostenibile da raggiungere entro il 2030. A valutare i progetti dei liceali milanesi una giuria composta dal Consiglio direttivo dell’Associazione Amici della Triennale e da esperti come l’architetto Mario Cucinella, lo scienziato Stefano Mancuso, la giornalista e scrittrice Alessandra Viola.

Menu