Insider-Associazioni

Un albero, due bandiere, tre bicchieri d’acqua

Insider-Associazioni

manifestazione a sostegno di Israele, della tregua e della pace. Ieri sera a Milano in Piazza San Carlo l’associazione ADI, Amici di Israele con la partecipazione della Comunità Ebraica di Milano hanno organizzato una manifestazione pubblica a sostegno di Israele, della tregua e della pace. Un’iniziativa innovativa, che prendendo spunto dalla tregua, ha chiarito le ragioni di Israele e la sofferenza della popolazione del Sud bersagliata per anni da migliaia di razzi lanciati dagli estremisti di Hamas contro i civili ma che, al tempo stesso, ha evidenziato come esiste un’altra realtà palestinese moderata con la quale è in atto un Processo di Pace e coloro che credono che un altro Medio Oriente, democratico sia possibile.

Joseph Bali, presidente del Bené Berith

Insider-Associazioni


eletto alla presidenza del Bené Berith milanese. Nel suo discorso di insediamento ha detto “Stiamo vivendo una delle più grandi trasformazioni nella storia dell’umanità. Per quasi 2000 anni dispersi in tutto il mondo, noi ebrei siamo il primo popolo globale del pianeta”.

Pomodoro “uomo dell’anno” di AMATA

Insider-Associazioni


è stato nominato “uomo dell’anno 2008” dagli Amici italiani del Museo d’Arte di Tel Aviv (AMATA). A lui è dedicato un incontro di gala a Milano il 12 maggio in occasione del 60° anniversario della creazione dello Stato d’Israele.

Congresso Tsad Kadima

Insider-Associazioni


che si occupa di organizzare e aiutare il percorso formativo dei bambini che soffrono di lesione cerebrale in Israele, in occasione dei 20 anni dalla sua fondazione, ha tenuto un congresso internazionale

La Fondazione per il Memoriale della Shoah

Insider-Associazioni


onlus alla Stazione centrale di Milano ha tenuto, il 10 ottobre, la sua prima riunione, in cui ha provveduto alla nomina dei consiglieri e alla definizione delle prime immediate fasi del lavoro.
Abbiamo incontrato in questa occasione il presidente della Fondazione, Ferruccio De Bortoli, direttore del Sole 24Ore. “Ho pensato a quante volte, in tanti anni, ho preso un treno alla Stazione centrale e nessuno mi aveva mai detto che su quel binario era accaduta una cosa, un mattino freddo d’inverno, nell’indifferenza. È l’indifferenza che fa sì che la memoria venga cancellata con una certa velocità”.

Menu