MDA Italia: salvare le vite è nel nostro DNA

a cura dello staff di MDA Italia ONLUS

A un anno dall’inizio della pandemia, i disagi psicologici legati al Covid-19 sono diventati un’emergenza pari a quella epidemiologica. Un’emergenza a cui MDA Italia si è sentita di rispondere grazie all’aiuto di Mirco Aharon Ferrari, dottore in psicologia, tecnico del servizio psicosociale di Croce Rossa Italiana e consulente del corpo militare di CRI e Volontario di MDA Italia. Sono nate così le “Pillole per la mente” una serie di interventi settimanali, di pochi minuti, pubblicati sul sito e sui social di MDA Italia. Ci trovate su Facebook all’indirizzo Magen David Adom Italia e su Instagram cliccando magen_david_adom_italia

DIVENTA VOLONTARIO DI MDA ITALIA E VOLA IN ISRAELE
È partita ufficialmente la campagna di ‘reclutamento’ per i volontari di Magen David Adom Italia. Chi vi aderirà potrà supportare, anche nel nostro paese, l’organizzazione di soccorso israeliana con il proprio lavoro in base alle proprie attitudini e possibilità. Poi magari un giorno questa esperienza lo porterà proprio in Israele per conoscere più da vicino quelle ambulanze con la Stella Rossa di David che ogni giorno sfrecciano per le strade Gerusalemme o Tel Aviv. L’attività di sostegno di MDA Italia si può svolgere sia nella nuova sede dell’Associazione a Milano (con le dovute misure sanitarie di sicurezza), sia semplicemente da casa propria con un collegamento telefonico e un PC on line. I modi per contribuire sono tanti e adatti a tutti per tutte le età, ma c’è un progetto in particolare che l’associazione vorrebbe affidare a un gruppo di giovani ben determinati. A MDA servono ambulanze: un anno di lotta al Covid-19 non ha messo a dura prova solo i volontari, ma anche tutti i mezzi. Utilizzati 24 ore al giorno ogni giorno, molti sono arrivati al termine della loro “vita” operativa. In particolare occorre sostituire le ambulanze 4×4 e quelle destinate alla terapia intensiva. I ragazzi potranno realizzare un progetto che spieghi l’importanza di questi mezzi e quanto sia fondamentale il contributo di ognuno per acquistarli. Sarebbe bello che un’ambulanza venisse donata dall’Italia grazie al loro lavoro.
Ogni volontario italiano riceverà la polo ufficiale di MDA Italia, ma non c’è solo l’orgoglio di indossare una divisa che dal 1930 rappresenta l’élite delle organizzazioni di soccorso: fare parte di MDA Italia dà diritto anche a partecipare a un corso di primo soccorso tenuto da professionisti (on line o dal vivo appena sarà possibile) e ad avere la Guida di primo soccorso. I primi sette minuti. Infine un premio speciale: i volontari che più si distingueranno per capacità e impegno voleranno in Israele per conoscere il lavoro di MDA, visiteranno una sede operativa e sperimenteranno una corsa in ambulanza, magari proprio quella messa in servizio grazie al proprio lavoro. Per candidarsi basta fare domanda a info@amdaitalia.org o tel al +39 392 006 9690 per qualsiasi informazione.

GAN YAVNE, TARGHE PER DONATORI ITALIANI
A Gan Yavne sono cominciati i lavori alla nuova sede operativa di MDA per la cui realizzazione si sono mobilitati anche i donatori italiani, ma c’è ancora molto da fare. La raccolta fondi è arrivata ai 2/3 della somma prevista e ogni donazione sarà benvenuta. Magen David Adom ha voluto dare un posto speciale ai sottoscrittori italiani: all’ingresso della nuova sede diverse targhe saranno riservate ai donatori nel nostro paese e possono diventare un modo anche per ricordare i nostri cari o gli amici che ci hanno lasciato in questi tempi difficili.

Menu