Mondo

Ucraina ed ebrei

Mondo


in campo culturale? Dopo le memorie di Amos Oz, c’è stato il film Ogni cosa è illuminata

Una svolta per gli insediamenti

Mondo

ha pubblicato un articolo di Gershom Gorenberg, un israeliano che stando alle sue stesse parole si è dedicato con tutte le sue forze allo studio della documentazione relativa al progetto degli insediamenti.

Vercelli: inaugurazione dell’antico Aron ha-kodesh

Mondo

ha visto convenire a Vercelli, il 2 marzo, numerosi ebrei, insieme a rappresentanti dell’UCEI, a cittadini e autorità di Vercelli, per un evento davvero significativo: l’inaugurazione dell’antico Aron ha-kodesh restaurato ha coinciso con l’apposizione sul muro esterno del Tempio

Donazione di organi

Mondo

del 1° aprile 1999 n. 91 si chiedeva ai cittadini italiani di esprimere la propria volontà a proposito della donazione di organi a scopo di trapianto. In quell’occasione l’Assemblea dei Rabbini d’Italia si pronunciò a favore di quel gesto di generosità, rifacendosi tuttavia, nel documento, all’orientamento del Rabbinato centrale

Il salone della alià

Mondo

migliaia di persone visitano il salone della alià. È come passare 12 ore in Israele. 120 stand offrono al visitatore un’occasione di scoprire differenti aspetti della vità nel Paese e le possibilità d’inserimento per gli olim hadashim, i nuovi immigranti. Numerosi i padiglioni di prodotti “blue e bianco” direttamente
arrivati da Israele, con i loro profumi e colori

Irving: la sentenza di Vienna e il veleno di Sergio Romano

Mondo

di prigione per sue dichiarazioni fatte in Austria nel 1989 in violazione alla Legge che proibisce di mettere in dubbio l’Olocausto o l’esaltazione del nazismo nella terra natale del dittatore nazista. Ma cosa ha detto di così grave per far sì che la festa per il suo 70° compleanno che si sarebbe dovuta tenere a un raduno di nostalgici

Il giovane ebreo francese Ilan Halimi

Sdegno e paura a Parigi per la morte del giovane Ilan Halimi

Mondo

hanno sfilato domenica 19 febbraio nelle strade di Parigi per ricordare Ilan Halimi, il giovane ebreo ucciso da una banda di “teppisti di periferia”. Molti dei partecipanti portavano un nastro nero con la stella di David con scritte: “Fiero di essere ebreo” e “Giustizia per Ilan”. Ilan era stato rapito il 21 gennaio. Una banda l’aveva attirato in una trappola

Menu