Lilaina Segre e Bernardo Caprotti durante l'inaugurazione dell'Auditorium Caprotti

Liliana Segre: “Un ricordo di Bernardo Caprotti”

di Liliana Segre

Vorrei ricordare su queste pagine il Dott. Bernardo Caprotti morto lo scorso 30 settembre.

Vorrei ricordare il nostro primo incontro nel 2007 e la sua emozione nel conoscere questa vecchia signora, Testimone della Shoah.

Si commuoveva al mio racconto, lacrime agli occhi. Io era stupita! Lui, imprenditore di successo, fondatore di Esselunga, manager conosciuto all’Italia e all’estero tra le eccellenze nel suo settore! Si è subito interessato alla Shoah, mi chiese ripetutamente cosa poteva fare per me. Gli dissi quanto avrei voluto vedere, prima di morire, quel Memoriale della Shoah che da ebrea milanese desideravo da anni.

In breve tempo fece donazioni cospicue, fu in assoluto il più generoso donatore per la rinascita di quel Binario 21 da cui partirono verso Auschwitz tanti innocenti che non tornarono più.

Un grazie profondamente sentito dovrebbe essere espresso da tutta la Comunità Ebraica e dalla città di Milano che per merito suo si è arricchita di un pezzo della sua storia ora visitabile.

E un grande grazie dalla sua vecchia amica.

Liliana Segre 75190

 

Menu