Il sindaco di Londra Sadiq Kahn

Il sindaco di Londra Sadiq Khan: “Il Labour deve riconquistare la fiducia degli ebrei”

Mondo

di Nathan Greppi
Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha recentemente chiesto ai capi del Partito Laburista di impegnarsi a riallacciare i rapporti con la comunità ebraica, che si sono deteriorati in seguito ai numerosi scandali sull’antisemitismo presente nel partito.

Secondo Jewish News, Khan ha dichiarato che la settimana scorsa è stata “la più stressante e deprimente” nei 33 anni da quando si è iscritto al partito; infatti, in quei giorni nove parlamentari laburisti hanno lasciato il partito in seguito agli scandali oltreché all’ambiguità delle posizioni di Jeremy Corbyn sulla Brexit, e otto di loro si sono uniti a tre ex-conservatori per creare un nuovo gruppo centrista in parlamento. Khan ha aggiunto che se i dirigenti del partito non troveranno una soluzione ciò potrebbe portare a delle fratture nel Labour che lo terrebbe lontano dal governo per più di un decennio.

“Adesso ogni singolo iscritto, sostenitore o rappresentante laburista porta sulle spalle una seria responsabilità verso coloro che vogliamo aiutare nella società, per agire rapidamente e con decisione per tornare ad essere uniti,” ha scritto in un editoriale sul settimanale The Observer. “È compito nostro assicurarci che il Partito Laburista riemerga da questi tempi incerti pronto a governare e sia capace di riportare quei deputati che si sono ritirati per tornare a casa.”

Tra i parlamentari usciti dal partito figura l’ebrea Luciana Berger, che si è lamentata per il modo in cui è stata gestita la questione dell’antisemitismo sotto la guida di Corbyn. Khan ha raccontato che la cosa peggiore capitatagli negli ultimi giorni è stato sentire di come la Berger abbia ricevuto numerose minacce per la sua decisione, e ha spiegato: “Negli ultimi anni, è chiaro che il Partito Laburista è stato troppo lento nell’affrontare le preoccupazioni della comunità ebraica… Ciò ha portato a un collasso nei rapporti tra il Labour e la comunità.”

Altrettanto indignata è la deputata laburista Lucy Powell, che sul Sunday Mirror ha scritto: “La dirigenza del partito deve raddoppiare i propri sforzi per estirpare questo crudele razzismo perpetrato da una minoranza dei suoi membri.”

Sabato 23 febbraio Corbyn ha dichiarato durante un raduno che ovviamente è “molto triste per ciò che è successo e per ciò che è stato detto. Uscire dal nostro movimento non porta a niente. Non capire da dove siamo venuti è un brutto errore.”

Menu