La campagna di raccolta fondi per il piccolo Eitan

Raccolta fondi per il piccolo Eitan Biran. La solidarietà non si ferma

Italia

di Redazione

Dalla tragica caduta della funivia al Mottarone, domenica 23 maggio, è partita una catena di solidarietà per sostenere il piccolo Eitan Biran, l’unico sopravvissuto alla tragedia, in cui ha perso i genitori, il fratellino e i bisnonni.
Diverse sono le iniziative nate a Milano, città in cui Amit lavorava, così come a Pavia.

La comunità ebraica di Milano ne ha in particolare sostenuto due.
“Una grande solidarietà che ha coinvolto tutta l’Italia,  stanno arrivando tantissime donazioni sia alla Fondazione scuola che  quella lanciata da tutte le comunità ebraiche Italiane – spiega il presidente della Comunità ebraica di Milano Milo Hasbani -: una grande dimostrazione di affetto a Eitan e in memoria di Amit, Tal e Tom z.l continueremo a seguire la famiglia, siamo tutti in continuo contatto, grazie a tutti”.

La raccolta fondi lanciata dalle comunità ebraiche sulla piattaforma Eppela è arrivata, da lunedì ad oggi a quota 38.191 euro, e quella della Fondazione scuola ebraica a circa 150.000 euro, ma ogni ora la cifra aumenta. “Siamo commossi da tanta partecipazione, che ci arriva da tutta Italia e dall’estero, da tutti i tipi di ambienti – dichiara Dalia Gubbay, vicepresidente della Fondazione Scuola ebraica -. Il telefono non smette di squillare, arrivano moltissime mail e questo ci commuove. Ma non dobbiamo fermarci! Il piccolo Eitan ha bisogno di tutti”.

I complimenti alla Cem di Daniel Gal, ex console israeliano in Italia

Riceviamo e pubblichiamo il messaggio inviato al presidente Milo Hasbani da Daniel Gal, Console generale d’Israele a Milano dal 1987 al 1992.

Dopo il tragico incidente della funivia vicino a Stresa, i media israeliani hanno pubblicato numerosi articoli su questa terribile tragedia tragedia evidenziando il ruolo positivo e le espressioni di solidarietà provenienti dalla magnifica comunità ebraica di Milano e l’intervento esemplare del suo presidente e del suo comitato.

Tutti, nessuno escluso, si congratulano con la vostra comunità per il suo impegno e la sua completa mobilitazione in questa tragedia che ci colpisce, a dimostrazione degli stretti legami che ci legano. Hai dimostrato ancora una volta che siamo una grande  famiglia.

Avendo avuto l’onore di servire per cinque anni come Console Generale di Israele a Milano e nel nord Italia, ho capito quanto la vostra comunità abbia tradizioni di solidarietà e generosità.

Ho una nostalgia molto profonda, con l’orgoglio di aver trascorso cinque anni vicino alla tua accattivante comunità, nella quale ho mantenuto alcune amicizie.

Sinceri complimenti

Daniel Gal

 

Menu