La campagna di raccolta fondi per il piccolo Eitan

Aiutiamo il piccolo Eitan: le Comunità ebraiche italiane lanciano con Eppela una raccolta fondi

Italia

di Redazione

Eitan è il bambino di 5 anni unico sopravvissuto al tragico incidente della funivia Stresa-Mottarone in cui hanno perso la vita 14 persone.

Il piccolo, come dicono i medici “salvo grazie all’abbraccio del padre”, si trova adesso ricoverato in prognosi riservata all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino dove è arrivato in condizioni disperate.

Nell’incidente – avvenuto in quella che doveva essere una piacevole e spensierata domenica di maggio – hanno perso la vita i suoi giovani genitori, Amit e Tal, il fratellino Tom di due anni e i nonni, arrivati pochi giorni fa da Israele per una breve vacanza.

Il bambino – di origini israeliane – risiedeva a Pavia con i genitori: una tragedia che ha segnato tutta Italia e in particolare le comunità ebraiche italiane che, appresa la notizia, si sono unite per lanciare questa raccolta fondi e garantire un futuro al piccolo rimasto solo.

Eppela, nell’ambito del suo impegno per ospitare sulla piattaforma e promuovere raccolte fondi di progetti di grande valore umanitario e civico, ospiterà l’iniziativa “AIUTIAMO IL PICCOLO EITAN” che sarà gestita con la modalità “Raccogli tutto” cioè quella modalità di raccolta che la Piattaforma Eppela riserva ai soli progetti ad elevato impatto umanitario, secondo la quale il progettista riceve la somma raccolta indipendentemente dal traguardo fissato.

Il primo obiettivo è di 25.000 euro.

Per donare clicca qui

——–

TEXT IN ENGLISH

Eitan is the only 5 year old child who survived the tragic accident of the Stresa-Mottarone cable car in which 14 people lost their lives.

The little boy, as the doctors say “was saved thanks to the embrace of his father”, is now hospitalized in a reserved prognosis at the Regina Margherita children’s hospital in Turin where he arrived in desperate conditions.

In the accident – which took place on what must have been a pleasant and carefree Sunday in May – his young parents, Amit and Tal, his two-year-old brother Tom and his grandparents, who arrived a few days ago from Israel for a short holiday, lost their lives.

The child – of Israeli origins – resided in Pavia with his parents: a tragedy that affected all of Italy and in particular the Italian Jewish communities who, upon hearing the news, joined together to launch this fundraiser and guarantee a future for the little one left alone.

The Eppela platform and the Italian Jewish communities are behind this campaign to guarantee the child a support fund.

To donate click here

Menu