Daniele Schwarz: Impegno e idee per la Scuola del futuro

Il motivo sostanziale per il quale  ho scelto di candidarmi è dare nuovo impulso alla nostra Scuola: deve essere considerata un’opportunità formativa imperdibile per i nostri figli, sia perché rappresenta una tradizione culturale e identitaria, sia per l’offerta didattica di grande qualità. E mi voglio impegnare affinché questa qualità di contenuti diventi anche una qualità percepita con forza e chiarezza”. Così dice Daniele Schwarz. E continua: “Un punto irrinunciabile per raggiungere questo obiettivo è la riforma dell’attuale organizzazione affinché il corpo docente e il collegio di presidenza possano focalizzare la propria energia e competenza sul loro obiettivo specifico, ovvero il progetto didattico formativo. Mi aspetto, dunque, che il Consiglio della Comunità nomini al più presto una figura manageriale, un vero e proprio direttore generale che avrà il preciso e chiaro mandato di organizzare e gestire l’infrastruttura fisica e organizzativa della scuola, responsabile del risultato non solo davanti alla Giunta e alla Scuola stessa, ma anche e soprattutto davanti alla Comunità e ai genitori.

Ma ci sono altri punti che intendo portare avanti con trasparente chiarezza: l’implementazione, a cura del Consiglio, del programma ministeriale sul tema dell’ebraismo, in armonia con le indicazioni del Rabbinato, e per un efficace insegnamento della lingua ebraica e non solo, affinché gli alunni delle scuole superiori si diplomino parlando correttamente e fluentemente ebraico e inglese.

Poi affiancare, agli alunni svantaggiati, appropriati insegnanti e metodiche di sostegno, ma anche premi e riconoscimenti per gli studenti più meritevoli e più brillanti.

Altre questioni cardine sono: implementazione e completamento del Progetto Qualità; informatizzazione della didattica nella Scuola, recependo tempestivamente le indicazioni ministeriali e regionali; rapporti col mondo del lavoro e Università per facilitare ai giovani la comprensione dei propri obiettivi a medio e lungo termine in un mondo che cambia vorticosamente. Il mio impegno è di raggiungere questi obiettivi, pur nel rispetto di un accettabile equilibrio economico della Comunità stessa, grazie alla creazione di rette adeguate alla qualità del servizio fornito; cercando di aumentare il numero degli studenti iscritti e infine con il supporto a cura della Comunità stessa alle famiglie meno abbienti, per consentire anche a loro l’accesso ad una scuola identitaria di qualità

Menu