Giovani

Ritorno al futuro (per ripartire dopo il virus)

Giovani

di Paolo Castellano e Sofia Tranchina
Oltre la pandemia: vite interrotte dal Covid? Mai più. È tempo di tornare alla normalità (con cautela). Poter di nuovo studiare insieme, sposarsi, celebrare ricorrenze, Brit milà e Bar Mitzvà…  Ecco alcune storie prima dolenti e poi felici di questi due anni di pandemia, un happy-end inaspettato e gioioso, malgrado tutto. Perché, come dice un proverbio yiddish, “non puoi controllare il vento ma puoi regolare la vela”

Un'immagine del campeggio dell'Hashomer hatzair

Campeggio dell’H.H: un successo, nonostante le difficoltà

Giovani

dei bogrimot del Ken Holit Andrea
Noi ragazzi dell’Hashomer Hatzair abbiamo deciso di organizzare un campeggio tutti insieme visti i due anni passati vedendoci a distanza, felici di poter riprendere le nostre attività a pieno, con un protocollo Covid rigidissimo.

La squadra Soderini si classifica seconda nella III Disfida Scacchistica

Giovani
di Volfango Rizzi
Da quando le morot Daniela e Diana decisero di avviare il progetto “scacchi per crescere” presso la scuola primaria della comunità, gli scacchi sono diventati un passatempo di diverse ragazze e ragazzi delle nostre scuole. La sera del 23 dicembre 2021 si è giocata la terza edizione della Disfida Scacchistica online, quadrangolare a squadre. La squadra “Soderini Milan” si è classificata seconda

La terza candela di Chanukkah accesa da più di 140 giovani

Giovani
di Ilan Boni, assessore ai Giovani della CEM
Ho provato una sensazione meravigliosa mentre la terza candela di Chanukkah veniva accesa da più di 140 giovani provenienti da diversi background: studenti universitari, internazionali e i giovani iscritti che ogni giorno contribuiscono a regalare alla CEM vita e entusiasmo.
Evento dei giovani della comunità in Sukkà

A Milano i giovani festeggiano Sukkot

Giovani

di Nathan Greppi
La sera di domenica 26 settembre si è tenuto l’Aperitivo di Sukkot organizzato dall’Assessorato ai Giovani della Comunità Ebraica di Milano nel giardino della Scuola Ebraica di Via Sally Mayer. In totale, hanno preso parte all’evento all’incirca una cinquantina di persone.

Menu