Attualità e news

Che cosa resta della Palestina

Israele


della metà della scorsa settimana cosa resta sul campo in ambito palestinese?
Di fatto da ieri esistono due realtà politiche palestinesi separate. Una divisione che è sancita nelle cose, che la morte di Arafat (nel novembre 2004) ha accelerato, ma non l’ha originata: ha reso evidente un conflitto che ha cause strutturali di vario tipo: identitaria, culturale e politica. Un conflitto che ha un’origine e una scena precisa che si svolge venticinque anni fa, nell’estate 1982: riguarda la dimensione di abbandono e di vuoto che i palestinesi hanno allora avvisato.

La trama sottile della vita

Mondo


architetto, si è dedicata al disegno e alla pittura, presentando la sua opera in numerose personali. In giugno espone a Torino

Viva Israele

Israele


l’ultimo libro di Magdi Allam, è stata la molla che ha spinto al teatro Dal Verme, a Milano, il 7 giugno una folla enorme – 1200 persone all’interno del teatro – e altre 200 in fila nella speranza di poter entrare ad ascoltare il dibattito. Eppure si parlava solo di tolleranza, pace, libertà religiosa, rispetto reciproco, “civiltà della vita”.

Il diario di Rutka

Mondo

Frank polacca consegnato il 4 giugno a Yad Vashem.
Vi si legge: “Oh, ho dimenticato la cosa più importante.

Comunicare la Shoah

Mondo

al mondo per gli studi sulla comunicazione dell’Olocausto ha inaugurato il 7 giugno a Berlino la sua attività. Presso i locali del «Touro College», università americana alla periferia di Berlino, dall’8 ottobre inizieranno i corsi per imparare a raccontare il genocidio

Menu