Inaugurata a Tallinn la prima sinagoga

Mondo

A metà maggio è stata inaugurata a Tallinn, in Estonia, la prima sinagoga del Paese edificata dopo la seconda guerra mondiale. Tra le personalità presenti c’era anche il viceprimo ministro israeliano Shimon Peres, che ha dichiarato che ha sottolineanto come si può bruciare un edificio ma non un credo. Si è detto quindi fiero di questa sinagoga, che risponderà alle esigenze della locale comunità ebraica.
Da parte sua il grande rabbino d’Estonia, Shmuel Kot ha fatto notare l’importanza dell’evento visto che era, fino ad oggi, l’unico Paese dell’Unione europea privo di luogo di culto. Era perciò indispensabile un edificio per assicurare il funzionamento completo della comunità ebraica.
La sinagoga è opera degli architetti estoni Kaur Stoor e Tonis Kimmel, ha 105 posti a sedere e altri 230 destinati a concerti e manifestazioni. I lavori, che sono costati 1,3 milioni di euro, sono stati finanziati da donatori estoni e no.
La vecchia sinagoga di Tallinn fu distrutta dall’aviazione sovietica nel 1944.
La comunità ebraica in Estonia conta oggi 3.000 persone, contro le 4.400 prima della guerra. Molti ebrei estoni si rifugiarono in Unione Sovietica, ma circa un migliaio furono sterminati dalle Ss naziste.

Menu