L’Iran progettava di uccidere uomini d’affari israeliani a Cipro

Mondo

di Paolo Castellano

Sta assumendo tinte fosche la scoperta di un intrigo internazionale che aveva come obiettivo l’uccisione di alcuni uomini d’affari israeliani a Cipro. Nelle ultime ore, si è infatti scoperto che il miliardario e magnate dei software Teddy Sagi è improvvisamente fuggito da Nicosia grazie al contributo di “anonime autorità israeliane”. Nel frattempo, la polizia cipriota ha arrestato il presunto killer, un russo di 38 anni.

Inizialmente, i media israeliani avevano collegato l’incidente al crimine locale o a una disputa commerciale. Tuttavia, queste versioni sono state smentite dal governo israeliano.

Come riporta il Jerusalem Post, un portavoce del primo ministro israeliano Naftali Bennett ha esplicitamente parlato di un “piano terroristico” ordito dall’Iran. Il rimpatrio di Sagi sarebbe stata una precauzione.

«Contrariamente a quanto pubblicato ieri sera in relazione all’incidente di Cipro, voglio chiarire, a nome dei funzionari della sicurezza, che si è trattato di un attacco terroristico dell’Iran contro uomini d’affari israeliani che vivono a Cipro», ha dichiarato Matan Sidi, portavoce di Bennett.

«Non è stato un incidente criminale e l’uomo d’affari Teddy Sagi non era il bersaglio dell’attacco», ha ribadito lo Stato di Israele.

Allo stesso modo, il ministro della Difesa Benny Gantz ha denunciato i piani omicidi iraniani “contro obiettivi israeliani”.

«L’Iran continua ad essere una minaccia globale e regionale e una sfida per Israele, e continueremo ad agire per difendere i nostri cittadini e la sicurezza dello Stato di Israele ovunque e contro ogni minaccia», ha detto Gantz.

Un ulteriore monito anche dal ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid: «Gli uomini d’affari israeliani continueranno a viaggiare per il mondo. Dovranno stare attenti e ascoltare le istruzioni, ma Israele può e sa come proteggere i suoi cittadini».

Per questo motivo, Sagi ha deciso di lasciare Cipro dopo aver ricevuto urgenti indicazioni da parte dell’intelligence israeliana. Teddy Sagi è un importante imprenditore israeliano che ha costruito un impero economico con la società di software di gioco d’azzardo Playtech e l’impresa di prevenzione frodi SafeCharge. Sagi è anche il proprietario di Camden Market a Londra.

Menu