Gran Bretagna colpita da un “evidente aumento dell’antisemitismo”


La Gran Bretagna è stata colpita da un “evidente aumento dell’antisemitismo”, così ha detto il Principe Carlo d’Inghilterra nel corso del recente incontro avuto con il rabbino capo uscente, Jonathan Sacks.
La notizia dell’incontro, tenutosi al Grosvenor House Hotel, nel centro di Londra, è apparsa lunedì 24 giugno su The Guardian.

Nel salutare il rabbino Sacks, il principe Carlo ha elogiato il suo lavoro per la promozione della tolleranza e sottolineato come tutto il suo mandato da rabbino capo del Regno Unito sia stato all’insegna di questo principio, di cui tutto il paese è stato un esponente.

“Temo talvolta che non venga dato sufficiente riconoscimento al ruolo delle comunità di fede nella vita del paese nel promuovere questo principio, e mi unisco a voi nell’ansia crescente per l’evidente aumento dell’antisemitismo, insieme ad altre forme velenose e disarmanti di intolleranza” ha aggiunto il principe Carlo.

Il rabbino Sacks a sua volta ha ricordato come i 22 anni da rabbino capo siano stati fra i più emozionanti e appaganti della sua vita. Per il futuro ha detto anche di attendersi un aumento del numero di ebrei che non contraggono matrimonio ebraico e al contempo una crescita dell’ultra-ortodossia.