Amnesty International presenta un rapporto sulla discriminazione

Mondo

L’11 marzo, mentre Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, co-presidenti del Gruppo EveryOne, incontreranno a Roma l’Alto Commissario per i Diritti Umani Navi Pillay, cui riferiranno e documenteranno gli aggiornamenti sulla persecuzione istituzionale del popolo Rom in Italia, sempre a Roma Amnesty International presenterà le proprie conclusioni sulla discriminazione dei Rom a Roma. “Il cosiddetto Piano nomadi, che prevede lo sgombero forzato di migliaia di Rom di Roma, causa violazioni dei diritti umani e viola gli obblighi internazionali dell’Italia in materia di discriminazione,” afferma l’organizzazione in una nota diffusa oggi. Amnesty International presenterà, nel corso di una conferenza stampa – presso la Sala Deluxe della Casa del Cinema, in largo Marcello Mastroianni, 1 – il nuovo documento intitolato “La risposta sbagliata. Il Piano nomadi viola il diritto all’alloggio dei Rom a Roma”.
I rappresentanti di Amnesty International riferiranno inoltre sull’esito degli incontri con le autorità italiane direttamente responsabili della situazione in cui si trovano i rom. Interverranno, fra gli altri, John Dalhuisen, esperto sulla discriminazione, Programma Europa e Asia Centrale del Segretariato Internazionale di Amnesty International; Ignacio Jovtis, esperto sull’Italia, Programma Europa e Asia Centrale del Segretariato Internazionale di Amnesty International; Christine Weise, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International. Saranno inoltre presenti rappresentanti di alcune famiglie rom le cui storie sono descritte nel documento ed esponenti delle Organizzazioni non governative che lavorano insieme alle comunità rom.

Menu