Il libro 'Tana libera tutti' di Walter Veltroni su Sami Modiano

Le iniziative del Sole 24 Ore per il Giorno della Memoria

di Redazione
Per il Giorno della Memoria Il Sole 24 Ore propone una serie di iniziative editoriali che accompagneranno in questi giorni i lettori fino al Giorno della Memoria del 27 gennaio e oltre, quando sul sito del Sole 24 Ore alla pagina dedicata ilsole24ore.com/giornodellamemoria si potrà assistere a partire dalle ore 11:00 alla videointervista esclusiva di Walter Veltroni a uno degli ultimi testimoni viventi della Shoah, Sami Modiano. L’appuntamento, organizzato dall’Associazione Figli della Shoah in collaborazione con il Conservatorio di Milano, Il Sole 24 Ore e Feltrinelli Editore, sarà un momento fondamentale per commemorare la Shoah attraverso i ricordi e la voce di Sami, “un uomo che ha coraggiosamente tramandato la Memoria”, come ha ricordato Sergio Mattarella. L’intervista rappresenta un momento di approfondimento indirizzato in particolare agli studenti delle scuole, che potranno collegarsi alle 11:00 al sito del Sole 24 Ore per seguire l’evento, che rimarrà poi disponibile a tutti sulla pagina online dedicata alla Giornata.

Le musiche che accompagneranno la videointervista saranno a cura degli studenti del Conservatorio G. Verdi di Milano, che solitamente organizza il proprio concerto in occasione del Giorno della Memoria, ma che quest’anno – causa restrizioni dovute all’emergenza Covid-19 – non potrà tenere il consueto appuntamento dal vivo.

Sulla pagina che Ilsole24ore.com ha dedicato al Giorno della Memoria saranno disponibili online molti contenuti di approfondimento. Sarà possibile ad esempio consultare l’aggiornamento della mappa italiana delle pietre d’inciampo”, un progetto artistico europeo iniziato negli anni ’90 e che da allora vede la posa di piccoli blocchi di pietra delle dimensioni di un sanpietrino, sopra i quali è posta una targa in ottone che riporta nome, cognome, data di nascita, giorno e luogo di deportazione e data di morte delle vittime dello sterminio nazista o della persecuzione. Si trovano davanti alle case in cui abitavano le vittime del nazismo o anche nel luogo in cui vennero fatte prigioniere e invitano i passanti a riflettere su quanto accaduto nel luogo in cui stanno transitando.

La mappa delle pietre d’inciampo redatta negli anni dal Sole 24 Ore, frutto del lavoro di raccolta delle informazioni da parte della giornalista Maria Luisa Colledani grazie all’aiuto dell’Associazione Figli della Shoah e di moltissime altre realtà associative italiane, non ha necessariamente visto il contributo solo delle comunità ebraiche ma anche di tutti quei gruppi associativi e comunità che sono state vittime universali del nazifascismo: negli anni hanno aderito a questa iniziativa culturale europea posando e segnalando nel tempo nuove pietre d’inciampo.

A oggi la mappa italiana conta più di 1300 pietre, un numero assolutamente importante e che la rende ad oggi la più completa d’Europa.   https://lab24.ilsole24ore.com/pietre-inciampo/

Sarà poi online il film “Il viaggio più lungo”, del regista Ruggero Gabbai, Produzione Forma International, con gli autori Marcello Pezzetti e Liliana Picciotto che, attraverso le testimonianze di Sami Modiano, Stella Levi e Albert Israel, ripercorre le vicende degli ebrei di Rodi, dagli anni dell’amministrazione italiana fascista all’introduzione delle leggi antiebraiche nel 1938, fino all’8 settembre, quando l’isola passò sotto il controllo nazista. Il racconto si concentra poi sui lunghi giorni della deportazione ad Auschwitz, da cui il film trae il suo titolo. Il 24 luglio 1944, infatti, i 1820 ebrei di Rodi furono imbarcati su navi mercantili, condotti ad Atene e dà lì ad Auschwitz dove giunsero il 16 agosto 1944.

Inoltre, il nuovo progetto podcast “Voci della Memoria”, prima coproduzione del Sole 24 Ore e di Radio 24 che prenderà l’avvio proprio il giorno 27 gennaio. Una decina di puntate – a cura di Maria Luisa Colledani del Sole 24 Ore e Raffaella Calandra di Radio 24 – che raccoglieranno, in formato audio, dieci storie-testimonianze di donne e uomini sopravvissuti alla Shoah e che hanno trovato la forza di dedicare tutta la loro vita a portare nelle scuole la propria testimonianza, il proprio vissuto, affinché i ragazzi di oggi, che saranno gli adulti di domani, possano conoscere – e dunque non dimenticare – l’orrore di questo nostro frammento di Storia.

Da Sami Modiano a Goti Bauer, da Liliana Segre alle Sorelle Bucci Andra e Tatiana. E ancora Edith Bruck, Nedo Fiano e Davide Fiano, che racconterà la storia del nonno, scomparso poche settimane fa, e altri nomi che ricorderanno la storia attraverso le loro voci.

 Dal sito alla radio. Su Radio 24 il giorno 27 gennaio interviste, servizi e approfondimenti nei Gr e nei programmi, per riascoltare le voci dei sopravvissuti e riflettere sul valore della memoria: a 24 Mattino, condotto da Simone Spetia con Paolo Mieli, negli appuntamenti di Effetto Giorno ed Effetto Notte, con le storie di Linee d’Ombra, e con il punto di vista degli ascoltatori a Melog.

Infine, i libri. In occasione di questo annuale appuntamento con la Storia, Il Sole 24 Ore presenta due libri-testimonianza rivolti a un pubblico vario che contempla adulti e ragazzi.

Il primo volume, in edicola con Il Sole 24 Ore a partire da sabato 16 gennaio e in libreria dal 21 gennaio, è la prima edizione italiana del libro di Salo Muller, “A stasera e fai il bravo”, giornalista e scrittore olandese che racconta la sua storia e come si salvò dai rastrellamenti nazisti che l’avrebbero dovuto portare ad Auschwitz, per poi invece diventare noto come fisioterapista dell’Ajax di Johan Cruijff. Salo Muller porterà anche la sua testimonianza diretta all’interno della presentazione del libro per i lettori italiani, in calendario per il 28 gennaio alle ore 18.30 nell’ambito degli incontri organizzati dalla Fondazione Memoriale della Shoah di Milano. Anche questa intervista sarà trasmessa sulla pagina del sito dedicata: ilsole24ore.com/giornodellamemoria.

Il secondo appuntamento del Sole 24 Ore in edicola a partire da sabato 23 gennaio è con il libro per ragazzi di Walter Veltroni, “Tana libera tutti”, che racconta – romanzandola con una penna adatta sia nello stile sia nei contenuti anche a un pubblico di giovani lettori – la vicenda drammatica di deportazione ad Auschwitz subita da Sami Modiano.