World Baseball Classic. La nazionale israeliana si rafforza e punta al titolo con gli ebrei americani della MLB

Israele

di Paolo Castellano

baseball

Dieci giocatori ebrei della Major League americana di baseball (MLB) visiteranno Israele per prepararsi alla World Baseball Classic.

Come riporta JTA News, gli atleti, che faranno parte della nazionale di Israele, si alleneranno sui campi da baseball israeliani e incontreranno l’Associazione israeliana di baseball (IAB).

I dieci attuali e precedenti giocatori della MLB faranno un tour di Tel Aviv, Gerusalemme e dei suoi luoghi sacri; visiteranno inoltre la base dell’Air Force israeliana, l’antica fortezza Masada e il Mar Morto.

I professionisti americani sono stati selezionati per giocare nel team israeliano che parteciperà al World Baseball Classic (WBC) e lo faranno per la prima volta perché, da questa edizione, le regole del torneo permettono ai giocatori americani con cittadinanza israeliana di gareggiare per Israele.

Il WBC si svolgerà il prossimo marzo a Seoul, in Corea del Sud.

«Il team è chiaramente la migliore squadra ebraica mai composta prima, e noi siamo davvero orgogliosi che tali atleti ci rappresentino al WBC. Il viaggio sarà per loro un’eccellente opportunità per apprendere qualcosa su Israele e per incontrare le squadre e i giocatori israeliani che li tiferanno durante la prossima importante competizione internazionale», ha detto Peter Kurz, il presidente della IAB, in un comunicato.

I giocatori e i preparatori che trascorreranno un breve periodo in Israele saranno:  Ike Davis e Josh Zeid dei New York Mets; Ryan Lavarnway e Sam Fuld degli Oakland Athletics; Cody Decker dei Boston Red Sox; Jon Moscot dei Cincinnati Reds; Corey Baker dei St. Louis Cardinals; Jeremy Bleich dei Philadelphia Phillies; e Gabe Kapler dei Los Angeles Dodgers.

Gli sportivi atterreranno in Israele con le loro mogli, genitori e figli. Il viaggio è stato sponsorizzato dal JNF Project Baseball e da Jeff Aeder, il fondatore del Museo ebraico di baseball.

Menu