Israele-Gaza: scoperto il tunnel sotterraneo più lungo

di

“Questo potrebbe essere il più grande tunnel del terrore che abbiamo mai scoperto”: questo è quanto ha dichiarato una fonte militare di alto livello venerdì mattina, dopo la scoperta di un altro tunnel terrore al confine con Gaza che potrebbe essere stato progettato per un attacco di rapimento.

La fonte ha informato che centinaia di metri di tunnel sono all’interno del territorio israeliano e che al suo interno sono stati trovati un generatore e altri strumenti di lavoro, oltre a tracce fresche dei giorni scorsi , che indicano che vi è stato un lavoro di scavo nei giorni scorsi.  “Il tunnel è di alta qualità e tutto fa pensare che sia stato progettato per un attacco significativo, come attuare un rapimento o un attacco.”

Oltre ad un generatore, gli attivisti di Hamas che hanno scavato il tunnel anche lasciato in strumenti informatici utilizzati per allineare il tunnel di cemento così come ingranaggi di schermatura, e l’IDF stima che il tunnel è stato costruito per mesi e mesi. L’esercito inoltre osservato che la divisione di Gaza ha recentemente aumentato la sorveglianza dopo i tunnel utilizzando una nuova tecnica sviluppata nel corso dell’anno passato e con team dedicati esclusivamente a questo argomento.

Dal canto suo, Hamas ribatte che si tratta di un tunnel vecchio, in disuso ormai da tempo. In una conferenza stampa giovedì sera, l’ala militare di Hamas ‘, le Izz ad-Din al-Qassam, ha affermato che il tunnel era stato trovato alcuni mesi fa, e che alcuni parti erano  state distrutte dall’esercito israeliano. E ha lanciato un monito all’esercito israeliano: “la preparazione delle organizzazioni della resistenza a Gaza è una parte della protezione del popolo palestinese alla ripetuta aggressione israeliana”.
Negli ultimi sei mesi, tre tunnel del terrore sono stati scoperti dall’esercito israeliano. Uno di questi aveva dei punti di uscita nel kibbutrz Ein ha-Shlosha, nel cui asilo per bambini si sospetta che le organizzazioni terroristiche palestinesi volessero compiere un rapimento.