Israele è l’ottavo Paese più forte al mondo per potenza militare e intelligence

Israele

di Nathan Greppi
Un sondaggio annuale dello US News & World Report, pubblicato lo scorso fine settimana, ha nominato per il secondo anno consecutivo Israele l’8° paese più potente al mondo.

Secondo il Times of Israel, il sondaggio ha offerto un questionario a 21.000 partecipanti provenienti da 4 continenti. Esso misurava circa 80 paesi dal punto di vista dell’influenza culturale, del potere militare e dell’economia. Per ognuno di essi, si chiedeva quale fosse il miglior paese al mondo. Complessivamente, Israele è arrivata al 30° posto, mentre il primo e il secondo sono andati rispettivamente a Svizzera e Canada. L’Italia invece è arrivata al 15° posto.

Ma se il nostro paese è considerato di gran lunga migliore dello Stato Ebraico sotto molti aspetti, lo stesso non si può dire per la potenza militare e di intelligence: infatti, qui Israele è all’8° posto, dietro a Stati Uniti, Russia, Cina, Germania, Regno Unito, Francia e Giappone. L’Italia invece è al 18° posto, dopo la Svizzera ma prima della Svezia.

“Per le sue dimensioni relativamente piccole, il paese ha giocato un grande ruolo nelle relazioni internazionali,” spiega il Report che, in seguito alla decisione di Trump, quest’anno ha per la prima volta riconosciuto Gerusalemme come capitale d’Israele. Inoltre, Israele è arrivata al 10° posto tra le economie più dinamiche, mentre i primi tre posti sono andati a Emirati Arabi Uniti, India e Singapore.

Tuttavia, lo stato ebraico ha raggiunto una valutazione inferiore in tutte le altre categorie: 25° nell’imprenditorialità, 29° come patrimonio culturale, 35° per qualità della vita, 40° come influenza culturale, 64° come apertura agli investimenti.

Menu