Una quiche con tutti i colori dell’estate

di Joan Rundo

QUICHE DI KHANDRAJO

Una quiche con tutti i colori dell’estate che ha come protagonista la “mela degli Ebrei”… ossia la melanzana

Nativa dall’Asia sudorientale, la melanzana è uno di quei cibi che ha viaggiato in lungo e in largo, prendendo molti nomi diversi: il “vatin-ganah” in sanscrito è diventato “badenjan” in persiano e “batinjan” in arabo. In Spagna si chiama Berenjena, che deriva dall’arabo. Ed è questo il nome che troviamo nelle canzoni Ladine. Si chiama invece  “alberiginia” in catalano e quindi “aubergine” in francese e in inglese (tranne negli Stati Uniti dove viene chiamata “eggplant” per la sua forma ovoidale).

Introdotta dagli Arabi in Spagna e in Sicilia, la melanzana appariva in numerose ricette, sia dei Musulmani sia degli Ebrei, al punto che durante l’Inquisizione Spagnola un gusto spiccato per le melanzane fu identificato come un indice di Ebraismo.

Nel resto dell’Europa però, la melanzana veniva considerata velenosa; il nome italiano infatti deriva dalla sua classificazione, nel Cinquecento, come “mala insana” (mela pazza) per via della sua appartenenza alla famiglia della belladonna.

La melanzana è rimasta l’ortaggio prediletto dei Sefarditi, come testimonia il nome inglese “mela degli Ebrei” utilizzato prima di “aubergine” ma anche la canzone tradizionale in ladino “Si Savesh la Buena Djente” (Buona gente, conoscete la battaglia degli ortaggi?) che descrive la disputa tra il pomodoro e la melanzana, le due verdure preferite dai Sefarditi.

Khandrajo è la versione Ladina di ratatouille, uno stufato di verdure a base di melanzana. Può essere preparato come piatto a sé stante o utilizzato come ripieno di boreka o, come qui, con l’aggiunta di uova, può diventare una quiche, perfetta per l’estate.

GLI INGREDIENTI DELLA QUICHE DI KHANDRAJO

1 pacchetto di pasta sfoglia surgelata
1 melanzana grossa
2 pomodori grandi o 4 piccoli
½ peperone verde
½ peperone rosso
1 cipolla piccola
1 spicchio di aglio
4 uova
Sale pepe
1 cucchiaio olio di oliva

Preparazione:
Stendete la pasta surgelata per foderare una tortiera precedentemente unta.

In una padella, riscaldate un cucchiaio di olio di oliva e soffriggete la cipolla tritata, lo spicchio di aglio tritato. Aggiungete la melanzana tagliata a cubetti piccoli, il peperone a strisce e i pomodori a cubetti.

Salate e pepate le verdure e quando sono cotte, lasciatele intiepidire.

Sbattete insieme le 4 uova in una ciotola.

Versate le verdure sulla base di pasta sfoglia e quindi versate sopra le uova, mescolando delicatamente per far penetrare le uova tra le verdure.

Infornate a 210° per circa 25 minuti.

La quiche è ottima anche tiepida o fredda.

Menu