Anna Frank

Anne Frank

Anna Frank: scoperto il nome di chi tradì la giovane ebrea

Mondo

di Paolo Castellano
Dopo più di 75 anni, un gruppo di ricercatori, composto anche da un ex agente dell’FBI, hanno scoperto il nome del presunto traditore che nel 1944 rivelò il nascondiglio di Anna Frank e di altri sette ebrei in un locale segreto sopra un magazzino di Amsterdam.

Il Sindaco Sala paragona Greta Thunberg ad Anne Frank: sconcerto della Comunità Ebraica

Italia

di Redazione
“Penso che Anne Frank sia stata un’anticipatrice della presenza femminile in così giovane età. Viene naturale pensare a Greta Thunberg, perché sono due storie di coraggio enorme in cui si parte dalla cosa più semplice che c’è e si arriva a un risultato simile”. Queste parole sono state pronunciate  dal sindaco di Milano Beppe Sala. La Comunità ebraica risponde, il sindaco replica

Anne Frank: contro l’uso strumentale di un’icona della Shoah

2019

Attualità
Israele al voto, 9 aprile 2019: Netanyahu contro tutti

Cultura
Didattica, formazione, mostre, impegno nelle scuole. L’Associazione Figli della Shoah fa il punto

Comunità
Dopo 10 anni in Comunità, un bilancio. Intervista al Segretario, Alfonso Sassun

La curva della vergogna: quando il razzismo sporca lo sport

Italia

di Paolo Castellano
Sfottò avvelenati, il verso della scimmia, il saluto fascista, cori antisemiti e xenofobi. E poi stadi trasformati in arene gladiatorie, la lealtà sportiva violata dagli ultras. Dal caso Anna Frank a quello del judoka israeliano Tal Flicker… Perché lo sport invece di unire, divide e separa? Un’analisi

Anne Frank ci guarda e parla ancora, nei fumetti

Arte

di Nathan Greppi
La vita della giovane narrata in due graphic novel: Anne Frank – Diario,  di Ari Folman  e David Polonsky. Anne Frank – La biografia  a fumetti,  di Sid Jacobson  e Ernie Colòn

Anna Frank, la storia completa nel nuovo docu-film in uscita in Germania

Eventi

di Marina Gersony
Dal 18 febbraio in onda sull’ARD, Meine Tochter Anne Frank (“Mia figlia Anna Frank”) contiene numerosi nuovi elementi tratti dai racconti del padre della ragazza, Otto Frank, sopravvissuto alla Shoah. Si tratta del primo e grande adattamento cinematografico tedesco sulla storia tragica della ragazza.