Le quattro tecnologie israeliane inserite nella lista del TIME delle migliori nel2021

Quattro innovazioni israeliane nella lista del Time fra le 100 Migliori Invenzioni del 2021

Tecnologia

di Michael Soncin
Originalità, creatività, efficacia ed impatto, sono tra i criteri guida che il Time ha utilizzato nello stilare la classifica delle 100 Migliori Invenzioni del 2021 del pianeta, invenzioni rivoluzionarie, che andranno a migliorare la vita di tutti i giorni.

Una selezione che è stata raggruppata in oltre venti categorie, dove le idee israeliane, che sono 4, rientrano in quelle di sostenibilità, accessibilità, intelligenza artificiale e trasporti.

  1. SOSTENIBILITÀ: SupPlant, Agricoltura intelligente 

Trovare un equilibrio tra conservazione dell’acqua e miglior resa possibile dei prodotti coltivati: uno degli obiettivi necessari, particolarmente nelle aree colpite dalla siccità. L’azienda israeliana SupPlant ha sviluppato un sensore collocato sulle piante stesse in grado di informare gli agricoltori quando e quanto irrigare. Questo è possibile grazie ad un algoritmo capace di individuare le esigenze delle piante, tenendo conto dell’umidità del terreno, delle condizioni climatiche e delle previsioni del tempo. Risultato? “I testi in Messico hanno riscontrato una riduzione del consumo di acqua nelle colture del mango del 15%, con rendimenti incrementati del 20%. Attualmente la tecnologia è adoperata in 14 paesi”, ha sottolineato la rivista.

Un sensore di SupPlant
  1. ACCESSIBILITÀ: OrCam Read, Rendere un testo ascoltabile

Problemi alla vista, difficoltà di comprensione, dislessia? Sono alcuni dei fattori che possono non rendere facile e fattibile la lettura, un problema che interessa milioni di persone. Che dobbiate leggere una pagina di un libro, un menu, o una pubblicità, la penna-laser OrCam Read permette puntando il dispositivo su qualsiasi testo, di vocalizzarlo nell’istantaneo, attraverso una voce che appare molto naturale. Multifunzionale, può leggere i testi in più lingue, oltre a rispondere ai comandi vocali, chiedendogli dal numero di telefono che si trova su un annuncio alla propria storia preferita.

La tecnologia israeliana per ipovedenti Orcam
La tecnologia OrCam

 

  1. INTELLIGENZA ARTIFICIALE: Percepto AIM, Ispezioni automatizzate

Il produttore di robotica israeliano Percepto ha sviluppato un software che con l’ausilio di droni e robot può monitorare ed ispezionare infrastrutture riguardanti linee elettriche, siti industriali, centrali e miniere, in modo più efficiente e sicuro, ma soprattutto più frequente. L’obiettivo di Percepto AIM – come ha ribadito il CEO della compagnia Dor Abuhasira – è di potere prevenire catastrofi ambientali che sembrano accadere quasi ogni mese.

  1. TRASPORTI: ElectReon, Ricarica wireless

Un test attualmente in corso in Italia, Germania e Svezia: ricaricare i veicoli elettrici dalle stesse strade che percorrono, mentre sono in movimento. È l’idea dell’azienda israeliana ElectReon, che attraverso campi elettrici generati da bobine di metallo poste sotto l’asfalto, alimenta direttamente i veicoli in circolazione, un metodo somigliante al caricatore wireless del telefono. La missione è quella di rendere più leggere le batterie o forse di eliminarle completamente, rendendo così non solo più efficienti i mezzi, ma salvaguardando anche l’ambiente, riducendo la produzione delle batterie. “Ad ottobre la compagnia ha siglato un accordo da 9,4 milioni di dollari per ricaricare gli autobus elettrici a Tel Aviv”, si legge dal Time.

ElectReon consente di ricaricare i veicoli elettrici dalle stesse strade che percorrono
Menu