zafferano

Caro come l’oro: ecco la soluzione israeliana alla mancanza mondiale di zafferano

Tecnologia

di David Zebuloni
Aroma afrodisiaco dal profumo inebriante e dal sapore orientale, lo zafferano è diventato nel tempo un bene di lusso. E che lusso. Custodita dietro vetrine blindate chiuse con il lucchetto nei negozi specializzati e utilizzata con grande scrupolosità in cucina, la spezia pregiata è stata nominata “l’oro dal colore rosso” e, nella sua forma più pregiata, è arrivata a costare più di trentamila euro al chilogrammo. Una cifra esorbitante secondo qualunque parametro esistente, culinario e non.

Il motivo di tanto clamore? Semplice: per ricavare un solo grammo di zafferano, occorrono più di mille fiori dal nome crocus sativus. Fiori rari e delicati che sbocciano verso la fine del mese di ottobre e vengono raccolti rigorosamente a mano. Ma non finisce qui. Considerata la grave crisi economica che colpisce l’Iran negli ultimi anni, il paese che detiene il 90% della produzione mondiale di zafferano, possiamo dedurre l’incapacità storica di soddisfare l’alta richiesta di questo pregiato prodotto da parte del mercato internazionale.

La coltivazione di zafferano di SaffronTech

 

Per porre rimedio a questa grave crisi settoriale, una StartUp israeliana dal nome Saffron-Tech ha ideato una coltivazione controllata e automatizzata di colture agricole in condizioni di laboratorio, risparmiando acqua, terra e manodopera, nonché aumentando significativamente la qualità e la quantità della produzione. Sfruttando dunque le tecnologie più avanzate che lo Stato Ebraico abbia oggi da offrire, la giovane StartUp si impegna a garantire un’ampia fornitura di zafferano durante tutto l’anno.

“La maggior parte dello zafferano oggi in commercio è falso. Si prendono dei fili dalla pianta del mais, si tingono di rosso e si spacciano per zafferano”, ha spiegato Tal Wilk-Glazer, Ceo di Saffron-Tech. “La richiesta di questa spezia oggi è completamente sproporzionata alla sua offerta, specie se consideriamo che la sua raccolta viene effettuata una sola volta l’anno. Il nostro obiettivo è quello di coltivare e raccogliere zafferano durante tutto l’anno, coltivandolo in laboratorio e non in natura. Così facendo, riusciremo a produrne in grosse quantità e così facendo ad abbassare i suoi costi già a partire dal prossimo anno”.

Una buona notizia per tutti gli appassionati dell’oro rosso che non possono proprio rinunciare alla punta dorata in cima al pentolone di riso persiano, o in alcuni dolci festosi che riempiono la casa di un aroma dal profumo ineguagliabile. Un dettaglio, che fa la differenza.

Menu