Il cast di Queen of jerusalem

‘The beauty queen of Jerusalem’: la nuova promessa cinematografica israeliana sbarca su Netflix

Spettacolo

di David Zebuloni
Due estati fa, nel mese di agosto del 2020, annunciavamo la produzione di The beauty queen of Jerusalem: la nuova grande promessa cinematografica per gli appassionati delle piccole e grandi opere Made in Israel. All’epoca, ancora si sapeva poco della serie tv in questione. La rete televisiva YES aveva confermato che ha portarne la firma erano gli stessi produttori di Fauda e di Shtisel e uno scatto rubato dietro le quinte era stato pubblicato sui social. Poche nozioni che lasciavano presagire un successo assicurato. I fan di tutto il mondo, infatti, parevano già in visibilio. Nel mese di aprile dell’anno successivo, un attimo prima della sua uscita sui piccoli schermi, la comunicazione che The beauty queen of Jerusalem fosse la più ambiziosa e costosa serie tv mai girata e prodotta nello Stato Ebraico, riuscì ad alimentare ancor di più l’interesse degli spettatori.

La trama, ormai, era già ben definita. Ambientata all’inizio della metà del XX secolo, la nuova serie tv ripropone le vicende, le atmosfere, i colori e i drammi della Terra d’Israele del periodo dell’Impero Ottomano, del Mandato britannico e della Guerra d’Indipendenza. Caratterizza da un racconto multigenerazionale dalla natura tragica e romantica, The beauty queen of Jerusalem racconta la storia tragica e appassionante di una famiglia ebraica sefardita che cerca di vivere e sopravvivere, nonostante la realtà ostile dell’epoca e del territorio in questione. Girata in ebraico, inglese, ladino, turco e arabo, l’opera vede la partecipazione di un cast stellato: da Michael Aloni, nonché Akiva in Shtisel, a Itzik Cohen, meglio conosciuto come Captain Ayub in Fauda.

Ed ecco la grande notizia: non del tutto sazia del successo avuto in Israele, The beauty queen of Jerusalem sarà presto disponibile in streaming su Netflix al grande pubblico. La prima stagione della saga familiare andrà dunque in onda in due parti, ciascuna composta da 10 episodi, a partire rispettivamente dal 20 maggio e dal 29 luglio. Ma non finisce qui: secondo delle voci indiscrete, infatti, pare che la produzione della seconda stagione avrà inizio già nel mese di giugno. Una scommessa notevole in termini di investimento, visti gli elevati costi della prima stagione, ma ampiamente giustificata dallo sbarco della serie tv sulla più grande piattaforma streaming al mondo.

Teheran: una seconda stagione degna di Hollywood

Glenn Close nella locandina della seconda stagione di Teheran
Glenn Close nella locandina della seconda stagione di Teheran

In contemporanea all’uscita di The beauty queen of Jerusalem su Netflix, un’altra punta di diamante del cinema israeliano torna su Apple TV+ in una seconda stagione che lascia davvero sbalorditi. Parliamo di Teheran, il thriller israeliano che ha vinto come miglior serie drammatica ai prestigiosi Emmy Awards del 2021. Nei nuovi episodi dell’acclamata serie tv, infatti, un’attrice d’eccezione si aggiunge al già notevole cast della stagione precedente: Glenn Close. Proprio lei, una delle attrici più premiate e apprezzate della nostra epoca. Un rinforzo che conferisce all’opera cinematografica israeliana uno spirito hollywoodiano e che non permette allo spettatore di distogliere lo sguardo dallo schermo.

Menu