Un corso di otto incontri alla scoperta della Letteratura Yiddish

di Michael Soncin
L’interesse che il mondo ed in particolare l’Italia sta avendo per lo yiddish è come un fiore che non finisce mai di sbocciare. Se siete rimasti affascinati dai testi dell’ebraismo ashkenazita, di impronta più ucraina come Sholem Aleichem o polacca come Isaac Bashevis Singer, ma avreste sempre voluto saperne di più, c’è qualcosa che potrebbe fare al vostro caso.

Dal 10 maggio al 28 giugno 2022, Shemah. Scuola di studi e cultura ebraici Margulies Lévinas, di Firenze, propone il corso Letteratura yiddish da Venezia all’Europa orientale (e oltre)”, articolato in otto incontri online, ogni martedì dalle 18:00 alle 20:00.

“Il corso si propone come introduzione all’universo culturale ashkenazita, segnatamente alla storia della letteratura di lingua yiddish. Le lezioni saranno articolate, in successione cronologica, intorno alle seguenti macroaree tematiche: letteratura yiddish antica (generi e opere principali con focus tematico sul Bovo-Bukh di Elia Levita); classici dell’età moderna (Mendele Moicher Sforim, Sholem Aleichem, Isaac Leib Peretz); teatro yiddish fra Otto e Novecento (Purim-shpil, A. Goldfaden, J. Gordin, S. Ansky); protagonisti e principali movimenti della “Golden Age” (S. Asch, I. J. Singer, I. Manger etc.); figura e opera di Isaac Bashevis Singer (con lettura e commento di una silloge di brani); excursus sulla produzione letteraria yiddishofona dal secondo dopoguerra ad oggi”. 

Le conferenze tenute in modalità telematica potranno essere seguite sia in diretta, che in differita, ed al termine d’ognuna, ciascun iscritto riceverà una mail con la registrazione.

L’intero ciclo di lezioni è a cura del professor Mattia Di Taranto, docente di letteratura e cultura tedesca presso l’Università del Piemonte Orientale, il cui ambito di ricerca principale riguarda la ricezione del Tanakh e di testi rabbinici antichi – il Talmud Babilonese, nello specifico – nella letteratura ebraico-tedesca e yiddish moderna.

“Il mio obiettivo – ha detto Di Taranto a Mosaico – è stimolare l’interesse per questa letteratura, ricca di opere immortali, fornendo al contempo alcuni strumenti storico-culturali necessari per avvicinarne criticamente i capolavori”.

Il programma delle lezioni

1: Elye Bokher (con focus tematico su Bovo d’Antona), “epica biblica” (Mlokhim-Bukh, Shmuel-Bukh), Mayse-bukh e Tseno Ureno.

2: Mendele Moicher Sforim: biografia intellettuale e opere principali.

3: Sholem Aleichem: biografia intellettuale e opere principali.

4: Isaac Leib Peretz: dati biografici essenziali e opere principali. 

5: Cenni sul Purim-shpil, Abraham Goldfaden (biografia e opere), breve excursus sul teatro di lingua yiddish (J. Gordin, S. Ansky, D. Pinski).

6: Principali movimenti e protagonisti della letteratura yiddish della prima metà del XX secolo (S. Asch, I. J. Singer, I. Manger etc.).

7: Isaac Bashevis Singer: biografia intellettuale e analisi delle opere principali.

8: Breve excursus sul panorama letterario di lingua yiddish dal secondo dopoguerra ad oggi.

Info e Costi

Il corso è erogato sulla piattaforma Zoom.  Costo: 85 €, prezzo speciale studenti 60 €

Per iscriversi mandare una mail a segreteria.shemah@gmail.com o clicca qui direttamente.

T: +39 349 560 8385 – +39 377 086 929

 

(Photo: Yiddish Typewriter – The Wall Street Journal)

 

Menu