Il bosco Ottolenghi

Il bosco Ottolenghi, in onore di Adolfo Ottolenghi (ricordato da una lapide), rabbino di Venezia ucciso ad Auschwitz nel 1944, è una realtà. Si tratta dei primi venti ettari del bosco di Mestre che fa parte dei duecento ettari che la Fondazione Querini Stampalia ha ceduto in usufrutto al Comune di Venezia. Una cerimonia si è svolta in via Forte Cosenz alla presenza del presidente della Comunità di Venezia, Vittorio Levis, e del rabbino capo, Elia Richetti, insieme alle autorità cittadine. Il tema della memoria della Shoah (alla quale il bosco è dedicato) è stato il tema del dialogo tra Massimo Cacciari e Moni Ovadia che ha concluso la cerimonia.

Menu