'Il diaframma' opera di Anna Maria Tulli in mostra a Milano

Le Scatole della Memoria di Anna Maria Tulli in mostra a Milano

Arte

di Ilaria Ester Ramazzotti
A fare da detonatore erano state la visita alla sinagoga Pinkas e l’impatto con il lungo elenco dei 77.297 nomi di uomini e donne sterminati dalla furia nazista, ma anche i disegni dei bambini di Terezin nel piccolo museo attiguo. Da quel viaggio a Praga nel 2018, l’artista Anna Maria Tulli è tornata con un progetto scaturito dalla somma di tutte quelle sensazioni: un reportage sui generis che intende far dialogare sul filo della memoria i lavori di quei bambini, alcuni dei quali artisti in erba, con le opere degli artisti contemporanei presenti a Praga e in altre città. Così sono nate le sue ‘Scatole della Memoria’, in mostra a Milano alla Lattuada Gallery fino al 30 novembre nell’esposizione ‘Centimetro x centimetro’.

Anna Maria Tulli davanti a un’opera della mostra ‘Centimetro x centimetro’ allo Spazio Lattuada a Milano

Le Scatole della Memoria

In queste opere, le suggestioni di una serie di sculture di artisti contemporanei si affiancano alle commoventi storie narrate dai disegni dei bambini di Terezin, ghetto tristemente noto e perfino trasformato, per un periodo, in una specie di villaggio-vacanza dalla propaganda nazista per ingannare gli ispettori della Croce Rossa Internazionale. Ghetto da cui, via Auschwitz, non tornò quasi nessuno. Gli scatti dedicati alle opere degli artisti di oggi si sovrappongono in trasparenza ai disegni di quei bambini che, sotto la guida di una straordinaria insegnante, Friedl Dicker Brandeis, teorica dell’arte-terapia internata a Terezin, si rifugiavano in quell’attività per alleviare, pur in minima misura, il dolore della loro terribile condizione. Per conservare come in uno scrigno questo delicato e struggente ricordo, le cornici, realizzate in legno, tela di sacco, gesso e grafite, diventano parte integrante dell’opera stessa.

Anna Maria Tulli e la fotografia interpretata

Nata a Roma nel 1961, vive e lavora a Milano dove si è trasferita nel 1993. Appassionatasi alla fotografia dal 1999, Anna Maria Tulli si è anche dedicata allo studio e all’approfondimento delle tecniche di elaborazione dell’immagine attraverso l’uso di software diventati il supporto operativo ai suoi scatti. La sua ricerca formale si rivolge all’utilizzo di materiali di stampa nuovi e sempre differenti, che tendono a staccarsi dalla tradizione della pura e semplice ‘impressione’ per diventare invenzione tecnica oltre che estetica.

 

Mostra CENTIMETRO X CENTIMETRO 

Lattuada Gallery

Via Senato 15 Milano   

Orari: 10.30  -13.00  / 15.00 – 19.00

Menu