“Da Praga ad Auschwitz”. E ritorno

Opinioni

Venerdì 27 gennaio la Biblioteca Sormani di Milano presenta il libro di Anna Kovanicová Hyndráková “Lettere ai figli. Da Praga ad Auschwitz”.

Anna Kovanicová Hyndráková oggi è una cittadina ceca di 84 anni.
Nel 1942, insieme a tutta la sua famiglia, fu deportata, prima a Terezin e poi ad Auschwitz. A quell’epoca aveva 11 anni.
Fu l’unica della famiglia, a salvarsi. E quando i cancelli di Auschwitz si aprirono fuggì, riuscì a tornare a Praga, dove era nata. Lì si diplomò, si laureò e si ricreò una nuova famiglia.

Attorno agli anni ’70, all’età di quarant’anni circa, decise di condividere con i propri figli, Pavel e Alena, il racconto della sua esperienza di deportazione, il suo viaggio verso i lager, e il suo viaggio di ritorno, entrambi infernali, entrambi indelebili nella sua memoria.
“Lettere ai figli. Da Praga ad Auschwitz”  è il racconto della vita di Anna dal momento dell’occupazione nazista di Praga, il 15 marzo 1939 fino alla fine della guerra e alla fuga da dal campo di Auschwitz. Un viaggio di ritorno che appare nel racconto di Anna, tragico tanto quanto quello di andata: una peregrinazione per villaggi e città alla ricerca di cibo, e costellata da violenze fisiche e psichiche. Nella Praga liberata, comincerà un nuovo, verso la ricerca di un proprio posto in cui vivere. Lo troverà a suo modo, compiendo un altro viaggio di ritorno, questa volta tutto interiore, verso le proprie radici ebraiche. Dopo la laurea infatti, Anna ha lavorato attivamente presso l’archivio e il museo della comunità ebraica di Praga, nei luoghi cioè che per antonomasia sono deputati alla ricerca e alla conservazione della memoria.

Della storia di Anna, delle lettere ai figli, della vicenda editoriale di queste lettere – pubblicate per la prima volta nel 1989 in edizione “samizdat” (clandestina) – della prefazione di Zygmunt Bauman che apre il volume, parleranno venerdì 27 gennaio, nella Sala del Grechetto della Biblioteca Sormani, Tiziana Menotti, curatrice del volume, Václav Šedy, direttore dell’Istituto Culturale Ceco di Milano e lo scrittore Stefano Levi della Torre.

Anna Kovanicová Hyndráková
Lettere ai figli. Da Praga ad Auschwitz
(Medusa, 2012)
Venerdì 27 gennaio 2012, ore 18.00
Palazzo Sormani-Sala del Grechetto via Francesco Sforza 7 Milano

Menu