Alla RSA Arzaga si ritorna alla normalità, all’insegna della sicurezza

News

A cura della RSA

Con la graduale riapertura della RSA Arzaga rispetto alle misure restrittive legate alla pandemia stiamo cercando di promuovere nuovi progetti e nuove attività che possano aiutare i nostri residenti a vivere in un clima sereno e positivo.

Abbiamo ripreso e incrementato i pomeriggi musicali e i concerti dal vivo, la musicoterapia individuale e di piccolo gruppo per gli anziani più compromessi. Abbiamo intenzione di organizzare gite per la città con pulmini adeguati al trasporto anche di carrozzine.

Tra i nostri obiettivi naturalmente al primo posto c’è la ripresa della vita ebraica e a tal proposito tutte le settimane viene tenuta una lezione organizzata dal Rabbinato anche con la presenza del Rabbino Capo di Milano.

In questa fase di lenta ripresa i parenti potranno uscire con i loro cari e ritrovare il senso di famiglia e di intimità.

Siamo felici di poter ricevere suggerimenti e proposte che cercheremo se possibile di realizzare, e in particolare chiediamo a chi potrà di aiutarci a formare il minian per Shabbat in RSA.

Siamo lieti di poter riaccogliere le volontarie del gruppo Federica Sharon Biazzi con le quali ricominceremo alcuni laboratori come quello di cucina, di pittura, di giardinaggio etc… Già da qualche settimana sono ripresi gli accompagnamenti per le visite mediche esterne, il laboratorio di preparazione di composizioni floreali per Shabbat, l’appuntamento domenicale di letture e notizie curiose e la cura del giardino “Healing garden”. In occasione dell’appena trascorsa festività di Pesach il volontariato ha regalato a ciascun residente un piccolo centrotavola floreale.

La Direzione, l’Assessore e tutta l’equipe della RSA Arzaga ringraziano caldamente l’associazione di volontariato “Federica Sharon Biazzi” per l’impegno e la generosità che sempre ci dimostra.

 

Menu