Addio a Rav Shmuel Rodal Ha-Cohen z’l: una figura carismatica protagonista della vita ebraica

di Walker Meghnagi e Consiglio CEM

È con profonda tristezza che stamane abbiamo saputo che è mancato Rav Rodal z”l.

Lascia un enorme vuoto nell’ebraismo milanese e non solo. La sua figura di Rav e di uomo mancheranno a tutti noi. La sua saggezza, la sua energia vulcanica, la sua  capacità di coinvolgere, trascinare e di porsi fraternamente e con la massima disponibilità nei confronti di chiunque erano esemplari e rimarranno nei nostri cuori e d’esempio per tutti noi.

Mercoledì 19 p.v. si terrà alle ore 8.45  la prima parte del suo funerale. Purtroppo non è stato possibile organizzarla al Tempio Beth Shlomo dove Rav Rodal è stato Rav per 50 anni. Questa pertanto si svolgerà al Beit Chabad di Via Soderini 3. Da lì verrà traslato alla Malpensa da dove proseguirà per Israele dove si svolgerà il funerale vero e proprio.  Orario e luogo di questo verranno comunicati non appena saranno divulgati. La Shivà si terrà a Milano. Anche di questa verranno comunicati i dettagli non appena disponibili.

A nome di tutta la Comunità di Milano le nostre più sentite condoglianze a tutti i familiari a cui ci stringiamo con affetto e calorosa partecipazione in questo difficile e doloroso momento.
Baruch Dayan Emet – Che il suo ricordo sia di benedizione

 

 

________________________

di Redazione

Una figura carismatica, un protagonista della vita ebraica milanese per decenni, emissario del Rebbe di Lubavich, impegnato nella diffusione dell’ebraismo con lezioni, incontri, pubblicazioni e con il contatto quotidiano con la sua kehillah, il tutto caratterizzato dal suo entusiasmo contagioso, dalla sua risplendente emunà: chi nella scuola di Via Poerio, chi nel tempio Bet Shlomo – da Porta Romana all’Ottagono della Galleria, infine nella sede di Corso Lodi – chi nelle innumerevoli occasioni di incontro in città, tutti gli ebrei milanesi lo hanno conosciuto e ne serbano un ricordo affettuoso.

Dopo essere stato colpito da trombosi cerebrale il 29 luglio, quando si trovava in Calabria per scegliere gli etroghìm (cedri) per la festa di Sukkot,  e dopo una lunga degenza,  è spirato chol haMoed Sukkot Rav Shmuel Rodal Ha-Cohen z’l.

Baruch Dayan Haemet! Che il suo ricordo sia Benedizione.

Mosaico apre questa pagina ai lettori per le testimonianze e i ricordi. Lasciate il vostro commento.

Articolo precedente
Addio a Giulio Levi, un grande giurista di elevata umanità.
Articolo successivo
Addio a Maurice Merkbes z’l, anima del Tempio di Milano2

33 Commenti. Nuovo commento

  • Dolfi Diwald
    16 Ottobre 2022 09:44

    Un grande Rabbino che ha sempre avuto nel suo cuore un amore e una grandissima vicinanza a tutta la nostra Keillà. Con la sua inconfondibile voce lo si riconosceva tra mille persone e sempre, per tutti, aveva una buona parola e un grande sorriso.
    E’ impossibile accettare il fatto che non potremo più vederti, perché la tua presenza era quella di una persona che sentivamo parte della propria famiglia.
    Che il tuo ricordo sia Benedizione

    Rispondi
  • Antonino Serughetti
    16 Ottobre 2022 11:11

    Ho un ricordo affettuoso del Rav, lo chiamavo spesso gli ho fatto 10- 12 chiamate nel giro di poco tempo. Lui mi ha insegnato cose importarti, gli voglio bene. Lo volevo chiamare per l’ultima volta per chiamarlo Rav perché lo chiamavo sempre maestro. Lui per me è come un padre delle Nazioni come il patriarca Avraham. Mi manchi spero che dove ti trovi ora lassù ci proteggi.

    Rispondi
  • Rav Rodal era innamorato di D-io: gli ho voluto bene. Colui che fa rivivere i morti accolga la sua anima buona. Giancarlo

    Rispondi
  • Roberto Zadik
    16 Ottobre 2022 11:48

    Un breve ricordo di Rav Shmuel Rodal z”l: La battuta pronta e l’affettuosa e mai offensiva ironia lo caratterizzavano così come il suo inconfondibile accento canadese. Simbolo di fede e speranza, mai si lamentava resistendo con la forza delle querce e la modestia dei cespugli. Apprendo con dispiacere la notizia della sua scomparsa, lui che mi salutava sorridendo e rispondendo sempre “Baruch Hashem” con voce squillante. Lo ricordo nei vari momenti, una delle colonne portanti di questo ebraismo milanese e italiano in cerca di nuove certezze e di esempi come lui da imitare e da ricordare. Un esempio di ottimismo, di bontà e di altruismo e un saggio eccezionale e particolare, dalla personalità spiccata e per questo indimenticabile. Che il suo ricordo sia di benedizione per tutti noi

    Rispondi
  • Anna Goldstein
    16 Ottobre 2022 11:57

    È stato il miglior maestro che un bambino potesse desiderare. Ed è rimasto un maestro e un esempio sempre.

    Rispondi
  • Alessandro Levi
    16 Ottobre 2022 13:11

    Ricordo Rav Rodal come un vero maestro di scuola e di vita per migliaia di bambini. Un uomo di fede autentica e sincera malgrado le tante sofferenze che ha dovuto subire e le prove che ha dovuto affrontare. Era un simbolo di amore per D-o e per il prossimo e per questo tutti lo amavano e gli volevano bene. Mancherà a tutta la città di Milano fino alla Calabria dove per più di 50 anni è andato a raccogliere i cedri per sukkot. Baruch Dayan Emet

    Rispondi
  • David Caressa
    16 Ottobre 2022 13:55

    Ora che HaShem lo ha rivoluto con Sé, di certo mancherà a tutti quanti lo hanno conosciuto: era davvero una persona speciale, un esempio per tutti, un Vero Tzadiq. Baruch Dayan HaEmet

    Rispondi
  • Claudio Vivona
    16 Ottobre 2022 13:59

    Oggi è mancato un mio grandissimo amico e maestro, Rav Rodal, colui che mi ha iniziato allo splendore dell’ebraismo, a partire dalla א.
    Uomo di grandissima cultura e saggezza, un grande cuore per tutti ebrei e goym. Mai sopra le righe, mai una irritazione, sempre con il sorriso, le battute simpatiche e i suoi insegnamenti. Rimarrà vivo nei nostri ricordi e per tutto quello che ci ha insegnato; oggi ho perso un padre. BDH

    Rispondi
  • Antonino Serughetti
    16 Ottobre 2022 14:15

    Aggiungo quello che gli avrei voluto dire che è stato un Nobile di Israel e signore. Uomo di grande Nobiltà.

    Rispondi
  • Pierre Levi
    16 Ottobre 2022 14:22

    Era inanzitutto un grande amico

    Rispondi
  • Nadav Crivelli
    16 Ottobre 2022 14:27

    Shalom Rav Rodal, sei stato maestro mio e maestro delle mie figlie, ai tempi di Maconago. E che bei Shabbatot insieme a Porta Ticinese. Indimenticabili. Ci mancherai, grande Rav, dal cuore aperto, largo come da un confine della terra all’altro.

    Rispondi
  • Roberto Dayan
    16 Ottobre 2022 14:40

    Che triste notizia!!
    Rav Rodal era un lottatore. “lotta continua” mi diceva spesso, con un sorriso.
    Fino all’ultimo speravo che ce la farà…. Purtroppo HaShem ha deciso diversamente. Baruch Dayan ha emet!
    Abbiamo perso un grande Maestro .

    Rispondi
  • Antonino Serughetti
    16 Ottobre 2022 14:42

    Aveva una sincerissima compassione verso le persone più fragili questo è merito del fatto che lui è un Cohen. Lui essendo un Cohen un giusto per eccellenza si è fatto carico di tante fatiche stando vicino a tutti noi ebrei e non ebrei.

    Rispondi
  • Maurizio Leva
    16 Ottobre 2022 15:11

    Caro Rav Schmuel ho seguito le tue lezioni del martedì a Beth Schlomo e siamo diventati amici. Un abbraccio a tutta la tua grande famiglia Maurizio Leva

    Rispondi
  • Persona unica nel suo genere!geniale capiva tutto senza bisogno di aprire bocca! Umile è gigante!!!! lascerà un vuoto enorme! velo kam od ke moshe!

    Rispondi
  • Yuval Shlomo ben Avraham
    16 Ottobre 2022 15:29

    Piango sconsolato la scomparsa di uno dei miei Maestri più cari. Ricordo le sue lezioni sul Tanya, ancora nella piccola yeshivà di Via Archimede: parcheggiavo la mia macchina in un quartiere di case grigie ed anonime, entravo in quel luogo di preghiera, ed il Rav apriva dinnanzi ai miei occhi, con parole semplici e chiare, le vertiginose e scintillanti immensità della Chassidut. Ricordo i molti shabbatot in cui mi accolse con affetto paterno nella sua casa: erano pomeriggi di gioia, divisi tra “divré Torah” ed i giochi con la sua piccola e geniale figlia Frumit (allora era una bambina; penso che oggi sia diventata una shluchà Chabad…). Ricordo il suo dolore per la prematura morte della figlioletta Reizy, temperato dalla certezza di rivederla presto dopo la venuta di Moshiach, nel Terzo Tempio ricostruito bimhera u-veyamenu. Accoglieva ed aiutava con amore ebrei e non ebrei, e sapeva trovare parole di conforto per tutti. Arrivederci a presto Rav, non sarai mai dimenticato – anachnu rotzim Moshiach ‘akshaw!

    Rispondi
  • Salvatore Ferrigno
    16 Ottobre 2022 15:49

    Ho avuto il piacere di conoscerti per un paio d’ore e sono state ore piene di emunà ed insegnamenti. Baruch Dayan HaEmet! Che il tuo ricordo caro Rav sia di benedizione!

    Rispondi
  • È incredibile che durante una festa gioiosa come Sukkot ed alla vigilia di un’altra grande festività ci giunga una così triste notizia. Il nostro Grande Rav, il mio Morè, ha lasciato questo mondo terreno per avvicinarsi ad Hashem nel mondo a venire. Ho tantissimi bei ricordi di Rav Rodal da quando ero all’asilo in Via Poerio, dove lui stava con noi bambini come fosse un papà, sino a quando abbiamo festeggiato la nascita delle mie figlie. Ricordo le tante lezioni a casa dei miei genitori in cui era sempre sorridente e ci illuminava con le sue parole piene di saggezza; perdiamo un enorme cultore della Cabbalà. Speriamo presto di poterci rivedere con la venuta di Moshiach. Baruch Dayan Haemet!

    Rispondi
  • angelica strigini
    16 Ottobre 2022 18:03

    Un grande Maestro, un grande uomo, un grande amico..mi ha supportato in un momento difficile con le sue parole e la sua Fede.
    Mi mancherà.

    Rispondi
  • Bunzl Miranda
    16 Ottobre 2022 19:10

    Non ti dimenticherò’ mai caro Rav Rodal .
    Sarai sempre vivi nel mio cuore

    Rispondi
  • Bunzl Miranda
    16 Ottobre 2022 19:41

    Sono vicina a Dwora , ai suoi figli .
    Non dimentico gli insegnamenti e l’umanità’di Rav Rodal .
    Lascia un grande vuoto

    Rispondi
  • Shalom era un punto di riferimento ,anche per noi non Ebrei che ci simo avvicinati all’ Ebraismo. Ti accoglieva in Sinagoga di Corso Lodi con tanto amore , non ti faceva pesare il fatto di essere non Ebreo. Una persona di grande Umanità.

    Rispondi
  • Donatella Furlan
    16 Ottobre 2022 20:08

    Ho conosciuto Rav Rodal presso la sinagoga Bet Shlomo quando era in galleria. Da non ebrea (ma amica di Israele) lo trovavo una persona speciale. Grande perdita.

    Rispondi
  • Non ho avuto il piacere di conoscerlo come oratore, insegnante, predicatore. Ho avuto però l’onore di conoscere la dignità, la forza e la Fede di un uomo immenso, che mi ha toccato il cuore. La Fede sopra ogni cosa, oltre ogni limite o ostacolo. Un esempio per qualunque razza o credo religioso. Ha lasciato una grande eredità spirituale che chiunque abbia potuto apprezzarne la profondità, vorrà raccontare e trasmettere agli altri, custodendone la preziosità nel proprio cuore. Un abbraccio grande a tutta la famiglia, che nostro Signore possa lenire il dolore per questa grande assenza fisica.

    Rispondi
  • Anna Guazzelli
    16 Ottobre 2022 22:13

    A me “gentile ” ma dal cuore e dallo spirito ebreo Rav Rodal ha fatto conoscere e amare,soprattutto con il suo esempio di vita, la bellezza dell’ebraismo. Rav non ti dimenticherò.

    Rispondi
  • Leeora Gorfinkel
    17 Ottobre 2022 04:11

    Che triste notizia. Shalom Rav Shmuel, è stato un privilegio conoscere te e tua famiglia. Condoglianze.

    Rispondi
  • Rita La Rosa
    17 Ottobre 2022 15:45

    Conobbi Rav Rodal nel lontano 1984. Fu affetto e stima reciproci a prima vista. Non ci siamo più persi. Io ero Ritale o Rituccia per lui. Lui per me era come un Papà e questa perdita è dolorosa come fu quella di mio Papà. Rav Rodal sapeva leggermi l’anima (anche a telefono…e ci si sentiva spesso) e volando da HaShem si è portato via un pezzo di me. Sono orgogliosa di averlo avuto come “amico sincero e morè” e ringrazio D.O perché mi ha fatto questo dono. Mi mancherà molto; la sua saggezza sarà sempre scolpita nel mio cuore e, in suo onore, cercherò sempre di non deluderlo. Grazie Rav Rodal per avermi voluta bene come una figlia. Baruch Dayan HaEmet e….Rav Rodal, avrai già incontrato il mio Papà (lui ti conosceva attraverso le mie parole e tu conoscevi lui attraverso me). Quando morì tu fosti il primo a chiamarmi e le tue parole furono salvifiche. Ora sono certa che starete discutendo e vi darete filo da torcere…avrei dato tanto per vedervi impegnati in un PilPul…io credo anche che vi siate abbracciati stretti stretti. Ritale vi piange ma anche vi sorride. Che D.O vi benedica. Che D.O ti benedica mio Maestro Rav Rodal.

    Rispondi
  • Annamaria Mauro Henriquez
    17 Ottobre 2022 23:37

    Baruch Hashem Rav Rodal.
    A lungo rimarrá nella mia memoria del telefono l’ultima V.stra telefonata del 27/7/2022, come sono rimasti i ricordi di mio figlio William.
    Per un breve attimo mi son sentita parte della V.stra famiglia, come una figlia a cui ha dato una fetta di pane e sale a Shabbat a casa Sua, quando mi ha invitata due o tre volte.
    Ho avuto la speranza che mi ha dato questo gesto gentile e importante per poco tempo.
    Con grande affetto e rispetto mi unisco al dolore e rammarico dell’adorata moglie Dwora e di tutti i suoi figli, figlie e nipoti.
    Purtroppo non potró partecipare al funerale, sono con mia madre di 87 anni tra le Alpi.
    Annamaria Mauro Henriquez.

    Rispondi
  • L’ho conosciuto a fine anni ’80 quando scrivevo la mia tesi e lo ricordo per i suoi occhi buoni..

    Rispondi
  • Manuela Rigamonti
    18 Ottobre 2022 21:42

    Ho conosciuto rav. Rodal più di 30 anni fa. Mi aveva aiutato per la tesi… disponibile, gentile con gli occhi che esprimevano grande bontà. Che HaShem lo accolga accanto a sé

    Rispondi
  • Marzia Sacerdote
    19 Ottobre 2022 22:24

    Rav Rodal, un grande maestro, un amico.
    Dopo tanti anni, mi mancheranno le tue lezioni, la tua saggezza, il tuo umorismo.
    Grazie per tutto

    Rispondi
  • Alen Dilmani
    19 Ottobre 2022 23:50

    Non ho mai avuto il piacere di conoscere Rav Rodal di persona, ma solo attraverso i social o per mezzo di eventi pubblici. Ciò che mi ha colpito di più della sua personalità era la vivacità e l’entusiasmo grazie ai quali avvicinava gli ebrei all’amore per l’ebraismo. Queste sono qualità che poche persone hanno e le rendono speciali. Il fatto che ci abbia lasciato durante la festa gioiosa di Sukkot non è casuale e ci fa capire quanto sia importante la gioia con cui si fanno le mitzvot. Che la sua anima sia presto in Gan Eden ed il suo ricordo in benedizione. Baruch Dayan Haemet.

    Rispondi
  • Famiglia A. Braha
    20 Ottobre 2022 13:03

    משמים תנוחמו עם שאר אבלי ציון ולא תדעו עוד דאבה .יהי זיכרו ברוך .ושתהא מליץ יושר עבור כולם

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.