Attualità e news

Ambiente

Mondo

in Italia, Gideon Meir, ha auspicato un rafforzamento della partnership fra Italia e Israele nel settore dell’energia e dell’ambiente: “Il problema della tutela dell’ambiente – ha detto – è una priorità che accomuna l’agenda dei nostri Paesi”. Oltre cinque milioni di euro sono stati stanziati in tre anni a favore della cooperazione per la realizzazione di progetti ambientali ed energetici.

Khatami condanna il negazionismo di Ahmadinejad

Mondo

Mohammad Khatami ha condannato lo svolgimento nel dicembre scorso a Teheran di una conferenza revisionista sull’Olocausto, in una rara intervista concessa a un giornale israeliano. “Condanno con fermezza lo svolgimento di questa conferenza. La Shoah contro il popolo ebraico è stato il più grave attacco contro l’umanità

Il Presidente e la Memoria

Italia


Perché il presidente Napolitano ha voluto parlare di antisionismo proprio nel Giorno della Memoria?
Perché ha voluto legare, con così tanta forza

Il Quirinale smaschera l’antisemitismo

Italia


Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è messo a parlare come Yasha Reibman. Anche il Quirinale, ormai, dietro tanto antisionismo, dietro alla critica preconcetta nei confronti dello Stato di Israele, vede come non si nasconda altro che il vecchio antisemitismo. Si tratta di una considerazione molto importante. E per due motivi. Perché viene dalla massima autorità dello Stato.
E perché viene da un esponente di punta di una sinistra nostrana che in attesa di sapere cosa vuole fare da grande fra antisionismo e antisemitismo non ha mai smesso di equivocare.

Una Giornata da ricordare

Eventi


In occasione della Giornata della Memoria le istituzioni italiane compiono due atti significativi e concreti per le future generazioni

Esilio, Tempo e Memoria

Eventi


concepita per ricordare alla massa dell’opinione pubblica la tragedia della Shoah, pone anche a noi ebrei italiani una sfida straordinaria. Non tanto quella, come alcuni mostrano di credere, di aderire e partecipare con acritico entusiasmo a tutte le numerose manifestazioni che vengono organizzate in questa occasione. Ma piuttosto quella di ragionare su cos’è la memoria secondo la nostra stessa identità e la nostra stessa tradizione.
In questa data carica di potenzialità, ma anche gravida dei rischi veicolati da tutte le ritualistiche laiche, credo sia salutare tornare a studiare questo straordinario testo del Rav Roberto Della Rocca, direttore del Dipartimento Educazione e cultura dell’Unione delle Comunità ebraiche, che ci aiuta a capire cosa può essere e cosa non può essere, per noi, la memoria..

Menu