Attualità e news

Elezioni in Israele

Mondo

Sono 32 le liste presentate per le elezioni politiche anticipate del 10 febbraio 2009. Nel 2006 se ne erano presentate 31. Tra le novità: Koah Lehashpia, la prima lista di disabili fisici; Tzabar, partito di giovani; Israelim, lista per il cambiamento del sistema elettorale. Si contano 4 liste ambientaliste e molte liste monotematiche, focalizzate su singole questioni come: riforma dell’istruzione, sussidi ai sopravvissuti della Shoà, riforma bancaria, diritti dei divorziati.

Manoscritti ebraici in Vaticano

Mondo

così il poeta ispano-ebreo Moses ibn Ezra definiva i manoscritti medioevali ebraici. Oggi una delle collezioni di Judaica più importanti al mondo è accessibile agli studiosi grazie a un elenco completo, custodito nella Biblioteca Vaticana. Ottocento voci, distribuite in undici fondi manoscritti.
La collezione è una delle più ricche al mondo, assieme a quelle di Gerusalemme, Oxford e Parma. Il primo inventario si perde nella notte dei tempi: è il Catalogus di Giuseppe Simonio Assemani (1687-1768), “Primo Custode” della Biblioteca Vaticana.

1938 – 2009 Dalle Leggi Razziali
alla crisi di Gaza

Italia


Se antisemitismo fa rima con conformismo. Intervista a Marie Anne Matard Bonucci. «Voi siete molto più forti di Hitler. Quando non vi sarà alcuna traccia di Hitler, gli ebrei saranno sempre un grande popolo». Era il novembre 1934 e il duce…

Missione Italia 2009

Italia


I leader delle istituzioni ebraiche italiane hanno compiuto un viaggio di solidarietà in Israele, dopo la fine delle operazioni a Gaza. La Comunità ebraica di Milano ha inviato a rappresentarla la giovane Giulia Temin, per dare un segnale forte sulla volontà di coinvolgere la nuova generazione nella politica comunitaria. Ecco il suo reportage: “Ho guardato fuori dal finestrino del pullman e il mio sguardo si è posato su Israele: campi verdissimi, piccoli moshavim sparsi qua e là sulle colline, un ragazzo arabo che aspetta alla fermata dell’autobus, serre bianche che testimoniano la fatica di intere generazioni …”

Mi chiamo Smadar Hakimi

Israele


ho 14 anni e vivo ad Ashkelon. Mi trasferii qui 4 anni fa dalla città di Milano dove frequentavo assieme alle mie sorelle la Scuola della comunità ebraica. Oggi più che mai riesco a comprendere la differenza che c’è tra il vivere lì e qui ad Ashkelon. Penso che chi non abbia mai vissuto in Israele non possa capire che cosa vuol dire affrontare ogni giorno il pericolo. Forse tutti al mondo pensano di sapere che cosa significhi, ma credetemi non è così.

Menu