Usa, danni al cimitero ebraico di Brooklyn per incuria, non antisemitismo. Ma resta alta l’allerta

Mondo
brooklyn
Il cimitero di Brooklyn in cui 40 tombe sono state ritrovate rovesciate

Dopo la profanazione dei cimiteri di St.Louis, Filadelfia e new York (il Waad Hakolel Cemetery aRochester) e le centinaia di allarmi bomba ai centri ebraici, un altro preoccupante fatto ha scosso la popolazione ebraica degli Usa, preoccupata per la crescente ondata di antisemitismo: in un cimitero ebraico di Brooklyn sono state ritrovate 40 tombe rovesciate.

Dopo le indagini, la polizia ha escluso la pista vandalica, identificando nelle cattive condizioni del terreno delle tombe e nel forte vento le cause determinanti.
“Non è vandalismo – ha dichiarato Marisa Tarantino general manager del Washington Cemetery a Bay Parkway in Midwood -. Le sezioni più vecchie delle tombe sono instabili e spesso cadono”.

Una versione, questa, che non convince però del tutto i membri della Comunità ebraica, che chiedono ulteriori indagini. L’allerta rimane alta.

Menu