sinagoga in Ucraina

Ucraina: comune restituirà antica sinagoga alla Comunità ebraica

Mondo

di David Fiorentini

Il comune di Lutsk in Ucraina si è impegnato a restituire alla comunità ebraica locale la proprietà di ciò che resta di una maestosa sinagoga del XVII secolo che i nazisti hanno parzialmente distrutto e i sovietici hanno trasformato in una scuola sportiva.

Lutsk si trova a circa 250 km a ovest di Kiev, e una volta era un importante centro della vita ebraica nella regione. L’insediamento ebraico a Lutsk infatti risale fino al XIII secolo.

La Grande Sinagoga, costruita nel 1626, è un tipico esempio di “sinagoga-fortezza”, ovvero un edificio di preghiera capace di resistere agli attacchi degli eserciti limitrofi. Essenzialmente, fu costruita come un massiccio stabile in pietra a quattro pilastri con una pianta rettangolare e una torre adiacente. Le sue spesse mura rinforzate contribuivano alla robustezza della struttura e sostenevano il tetto che in caso di emergenza poteva essere utilizzato come piattaforma per sparare un cannone. La torre era situata in uno degli angoli del complesso e serviva come punto di osservazione per facilitare la comunicazione durante la battaglia.

Le sinagoghe-fortezza apparvero per la prima volta nella Confederazione polacco-lituana in un periodo, il XVI secolo, di frequenti invasioni da parte di truppe ottomane, russe e valacche. Del resto, la regione aveva anche chiese fortificate, di cui la chiesa di S. Andrea a Cracovia è un esempio lampante.

Nel 1937, la città di Lutsk aveva pressoché 15.900 ebrei, che costituivano circa il 40% della popolazione cittadina. Tuttavia, durante l’occupazione nazista, la fiorente comunità fu completamente spazzata via e l’iconico Bet-HaKnesset fu parzialmente distrutto.

Dopo la guerra, i sovietici ricostruirono il fabbricato, adibendolo a centro sportivo. Dal 1981, l’immobile ospita la scuola Dynamo, dove ancora oggi si allenano oltre 170 studenti, a cui ovviamente è stata già promessa una nuova struttura sportiva.

Purtroppo, “l’ex sinagoga è in pessime condizioni, e richiede milioni di dollari per essere rinnovata”, ha dichiarato Hanna Matusowska, leader della comunità ebraica di Lutsk. Per questo motivo, presto la comunità si attiverà per avviare una raccolta fondi mondiale volta a riaprire l’edificio sia come tempio che come museo, riaccendendo finalmente una luce nella travagliata vita ebraica ucraina.

 

 

Menu