Petizione contro le liste naziste e razziste: firmiamo!

Mondo

L’assemblea costituente di Alba Dorata Italia è stata un flop, a quanto si è letto nei giorni scorsi su alcuni media – all’assemblea di Roma erano presenti, si e no, 40 persone. Ciò non toglie che il sorgere in Italia, come altrove in Europa, di movimenti e partiti razzisti e xenofobi, debba essere considerato un pericolo, una minaccia che richiede sin da subito difese forti e salde.

Proprio per questo il deputato del PD Emanuele Fiano, candidato alle prossime primarie dei parlamentari (in programma in tutta Italia il 29 dicembre), abbia deciso di lanciare nei giorni scorsi una petizione per la “Piena applicazione delle legge Mancino contro ogni discriminazione razziale”.

Alba Dorata, come già Forza Nuova e CasaPound, violano apertamente una legge del nostro Stato – la “legge Mancino” – sul divieto di ricostituzione di movimenti fascisti, spiega Fiano.

“Sig.ra Ministro dell’Interno facciamo appello a Lei e alla Magistratura, perché questa legge venga rigorosamente applicata, vietando la presentazione di liste delle forze sopracitate e agendo sulla stessa possibilità di una loro presenza organizzata”, si legge nel testo che accompagna la petizione.

Noi chiediamo che le Istituzioni repubblicane non restino indifferenti al riproporsi, sempre più aggressivo e tracotante, di movimenti neofascisti, neonazisti e razzisti nel nostro paese: essi sono un’offesa alla nostra comunità nazionale e alla nostra Costituzione, nata dalla Resistenza e un pericolo reale per la convivenza libera e civile. Riteniamo che ogni sottovalutazione di questi fenomeni sia grave e colpevole.
Forti della nostra memoria, dei nostri valori e della nostra Costituzione, noi non rimarremo mai in silenzio di fronte al ripresentarsi del fascismo nella vita istituzionale di questo paese”.
Per leggere la lettera inviata da Emanuele Fiano al Ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, e firmare la petizione, clicca qui

Menu