I soldati della Brigata ebraica

Approvata la legge per la medaglia d’oro alla Brigata Ebraica. Quartapelle (PD): “È parte di una memoria condivisa”

di Ilaria Myr

I soldati della Brigata ebraicaIl Senato ha approvato la proposta di legge per il conferimento della Medaglia d’oro al Valore militare alla Brigata Ebraica, che diventa così legge. In Parlamento era già stata approvata il 20 aprile scorso.

Quartapelle (PD): “Parlamento unanime”

“L’idea di fondo di questa legge era di creare una memoria condivisa, e il fatto che la legge non sia passata nell’Aula ma solo nelle commissioni è un forte segnale che questo era un passaggio condiviso all’unanimità da tutto il parlamento”. Parla con grande soddisfazione a Mosaico la deputata del PD Lia Quartapelle, prima firmataria della proposta di legge.

La deputata PD Lia Quartapelle
La deputata PD Lia Quartapelle

“C’è stato un interesse trasversale di tutte le forze politiche – continua Quartapelle -. Arrivare ad attribuire il più alto riconoscimento previsto dalla Repubblica italiana, la medaglia d’onore al valore militare, è una prova che quella storia è condivisa da tutti. Con essa viene riconosciuto non solo  il valore militare dei 5000 volontari ebrei provenienti dalla Palestina che hanno combattuto a fianco degli Alleati, ma anche il valore del loro essere volontari, con il duplice rischio di essere combattenti delle forze alleate e allo stesso tempo ebrei, e quindi a rischio di essere deportati. Importante, poi, è il riscatto che la Brigata ha portato nelle comunità ebraiche ed europee allora perseguitate, scegliendo di combattere per la libertà. Sono questi gli elementi storici che abbiamo voluto mettere in risalto e sui quali c’è stato un unanime consenso”.