Il Labneh

Israele e Emirati Arabi Uniti, il primo accordo per il settore alimentare e la produzione del Labneh

Mondo

di David Fiorentini
Emirates Food Industries (EFI) ha stretto una partnership con il grande produttore alimentare di Israele, Tnuva, per espandere la sua gamma di prodotti caseari, in primis il popolare formaggio mediterraneo Labneh.

Secondo il nuovo accordo, Tnuva aiuterà a costruire una catena di produzione a Dubai, ottenendo in cambio le royalties del prodotto. È il primo accordo in ambito alimentare tra Israele ed Emirati Arabi Uniti dalla firma degli Accordi di Abramo ormai un anno fa.

L’accordo di licenza ha una durata di 10 anni con un’opzione di estensione che potenzialmente porterà “milioni di dollari di entrate nei prossimi anni”, secondo l’azienda israeliana.

Inoltre, Tnuva afferma che la sua ricetta ha un’efficienza unica al Mondo, in quanto permette una vasta produzione di massa grazie al metodo “drip bag”.

Fondata nel 1926, Tnuva è uno dei principali attori dell’alimentare israeliano. Le sue vendite costituiscono il 70% del mercato caseario del Paese, così come le vendite di carne, uova e cibo confezionato. Nel 2015, Tnuva è stata acquisita dal gruppo alimentare cinese Bright Food.

La pagina Linkedin dell’azienda afferma che impiega circa 6.000 dipendenti, si rifornisce per l’80% delle materie prime dal mercato agricolo locale, produce 900 milioni di litri di latte all’anno, ha 11.000 punti vendita e gestisce 32 centri operativi, logistici e di R&S sparsi in tutta la nazione.

Menu