Centri ebraici ricevono allarmi bomba in tutta l’America

di Nathan Greppi

cento ebraico evacuato miami
Centro ebraico a Miami evacuato dopo un allarme bomba

Martedì 30 gennaio 15 centri ebraici, di cui 14 sparsi in dieci stati americani e uno in Canada, hanno ricevuto numerosi allarmi bomba. Secondo Ynetnews, da gennaio questa è la terza ondata di minacce di questo genere.

Secondo David Posner, direttore del Jewish Community Center (JCC), i vari centri hanno ricevuto in breve tempo il cessato allarme dagli addetti alla sicurezza e hanno subito ricominciato le loro normali attività, pur cercando di rafforzare la sicurezza. “Siamo preoccupati dall’antisemitismo dietro queste minacce”, ha dichiarato in una dichiarazione rilasciata online. Ha inoltre aggiunto che le precedenti minacce avvenute nell’ultimo mese si sono rivelate delle bufale e nessuno è rimasto ferito.

I centri ebraici che hanno ricevuto tali minacce si trovano in California, Colorado, Illinois, New Jersey, New Mexico, Stato di New York, Massachusetts, Ohio, Utah, Wisconsin e nello stato canadese dell’Ontario.

La prima ondata di minacce avvenuta quest’anno negli Stati Uniti risale al 9 gennaio, quando 16 centri in 9 stati hanno subito minacce telefoniche, e il 18 gennaio una seconda ondata ha preso di mira 27 centri in 17 stati. Finora non è stato compiuto nessun arresto.