13 aprile – Europa unita nel ricordo

Mondo

0_MemorialeL’unica ricorrenza in comune a tutti i paesi dell’Unione Europea – anche se celebrata in date diverse – riguarda il ricordo della Shoah. In che modo quella memoria ha giocato un ruolo nel dare un senso al progetto di unificazione europea? Cosa si ricorda, come si ricorda, quando si ricorda nei diversi paesi dell’Unione? Quale relazione esiste tra quella memoria e altre narrazioni, sia all’interno dei singoli Stati nazionali sia all’interno delle politiche promosse dall’Unione Europea nel suo insieme?
Questi problemi saranno discussi nel convegno internazionale “Le Giornate della Memoria della Shoah nell’Unione Europea: le sfide della commemorazione nel XXI secolo” (Memoriale della Shoah di Milano, 13-14 aprile, Piazzetta Edmond Safra 1).
È il primo convegno che analizza in maniera comparativa genesi, sviluppi e funzione dei giorni della memoria della Shoah in diversi paesi, prendendo in considerazione realtà del Nord e del Sud, dell’Est come dell’Ovest, paesi fondatori dell’Unione e paesi di più recente ingresso nel progetto europeo. In particolare saranno presentati e discussi i casi italiano, britannico, francese, tedesco, croato, greco, ungherese, polacco e romeno, nonché le politiche della memoria promosse dalle istituzioni dell’Unione Europea. L’evento, ideato dallo storico Guri Schwarz dell’Università di Pisa –  è promosso da Fondazione Memoriale della Shoah di Milano e Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, con il sostegno del Centro di Judaica Goren Goldstein dell’Università degli Studi di Milano ed il patrocinio del Comitato di Coordinamento per le Celebrazioni in Ricordo della Shoah presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Menu