L’Istituto israeliano Weizmann è tra i dieci migliori centri di ricerca al mondo

Israele

di Paolo Castellano

Israele si riconferma come nazione in prima linea nella ricerca scientifica. A dirlo è la recente classifica annuale pubblicata dal Centro per gli studi scientifici e tecnologici dell’Università di Leida nei Paesi Bassi che ha posizionato all’ottavo posto un prestigioso polo di ricerca israeliano.

Tra i primi dieci centri di ricerca si è infatti posizionato l’Istituto Weizmann per le Scienze che ha sede nell’omonima università israeliana con sede a Rehovot. L’istituto israeliano insieme al l’École Polytechnique Fédérale de Lausanne sono gli unici due centri di ricerca non americani.

Come riporta il Jerusalem Post, le posizioni più alte delle classifica sono state occupate da Harvard, MIT, Caltech, Stanford, Princeton e altri istituti americani.

La lista olandese ha utilizzato criteri oggettivi per valutare i centri di ricerca di tutto il mondo, basandosi sulla dimensione degli istituti e sul numero di pubblicazioni e citazioni.

Tra il 2016 e il 2019, l’Istituto Weizmann per le Scienze ha ottenuto più di 80mila citazioni. Questi e altri dati saranno presentati durante la 73ª assemblea generale del consiglio internazionale dell’istituto.

Menu